Il settimo cielo

Sharing is caring!


Naghib Mahfuz

considerazioni di Melissa Galloni 1^D

Il titolo del libro che ho letto questo mese è Il Settimo Cielo”.
L’autore, Naghib Mahfuz, è nato nel 1912 al Cairo, dove ha vissuto fino a poco fa con la sua famiglia.
Laureato in filosofia, era autore di romanzi, raccontied è stato il primo scrittore del mondo arabo cui sia stato assegnato il Premio Nobel per la letteratura (1988).
Da allora ha riscosso un enorme successo.
Mahfuz, in questa raccolta di racconti, mi ha stupito in quanto ha suscitato in me una riflessione sulla vita complessa che turba ogni uomo.
Nonostante ciò, il racconto che ho preferito è stato il primo (che da anche il titolo al libro).
Questo inizia con l’immagine di una nuvola oscura e subito dopo viene introdotta la storia di Rauf Abd Rabbihi che, dopo la morte, percorre una specie di viaggio magico, lungo sette cieli che compongono il Paradiso. Un guida (di nome Abu), gli spiega le regole e le particolarità che caratterizzano ogni cielo.
La cosa che mi ha colpito maggiormente è che ogni racconto conserva una particolare caratteristica ( si parla di un omicidio)e l’atmosfera è totalmente surreale.
Il settimo cielo non viene inteso, infatti, dal punto di vista cristiano, ma, secondo l’autore, è l’ultimo stadio prima del riposo eterno.

shares