IMMAGINAZIONE

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

 

Quando parliamo di immaginazione, parliamo di un processo che è alla base di molte opere artistiche, cioè di tutte quelle che non si limitano a descrivere una realtà preesistente.

ITALIANO

·        Ovviamente è il caso di parlare di immaginazione a proposito del romanticismo, in quanto esso concepisce l’arte non più come imitazione della realtà, ma come frutto di libera e spontanea ispirazione. Nella poesia lirica, in modo particolare, ma anche nella musica e nell’arte pittorica, possono essere espressi questi istanti di grazia, dotati di forte carica immaginativa

·        Dell’immaginazione parla Leopardi nel suo Zibaldone, poiché, secondo lui, l’uomo è l’unico “essere pensante su questa terra” che “giunge a concepire o immaginare di essere piccola cosa o in sé o rispetto alle altre cose” (pensiero del 22 aprile 1826). Nella poesia L’Infinito egli esplicita questa caratteristica umana, poiché dice “io nel pensier mi fingo…interinati spazi…sovrumani silenzi, e profondissima quiete”

·        Pascoli ne Il gelsomino notturno non vede, ma immagina, quello che accade nella casa dell’amico Gabriele Briganti la prima notte di nozze. Del resto per Pascoli e per molti poeti decadenti, la poesia ha un valore gnoseologico, permette cioè di conoscere quello che con la ragione non è conoscibile.

 

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: