L’AVVENTO DEL NAZIONAL-SOCIALISMO

Sharing is caring!

 

Crisi internazionale (soprattutto nei paesi usciti sconfitti dalla 1° guerra mondiale e in Inghilterra e la Francia).  svaluta della sterlina (usata come oggi usiamo il dollaro).
                      ↓
In Germania il numero dei disoccupati aumenta,       Hitler = austriaco; ex-suddito
il governo riduce gli stipendi per pareggiare              dell’Impero Asburgico; combatté nella
il bilancio dello stato, aumentano i poveri, la      →    1° guerra mondiale come generale repubblica di Weimar si indebolisce, si rafforzano     tedesco; andò in galera per un colpo
i movimenti nazionalisti e nazionalsocialisti               di stato a Baviera nel 1923 (fallito)
(fondatore: Adolf Hitler)                                                                             
                                                                                                                    
La propaganda del suo partito, l’NDSDAP (partito nazional-socialista dei lavoratori tedeschi, fondato nel 1920) si basavo su questi slogan:
          la fede nella superiorità di sangue;
          la convinzione che il popolo tedesco fosse chiamato a dominare il mondo;
          la fedeltà assoluta al capo che rappresentava tutto il popolo tedesco;
          l’odio per gli ebrei (accusati di aver organizzato la rivoluzione bolscevica, dall’altro di essere un popolo di sfruttatori e parassiti responsabili della disfatta tedesca nella 1° guerra mondiale).
                  
     L’antisemitismo fu portato da Hitler       anni ’20 = nazionalsocialismo impopolare
     alle estreme conseguenze con la sua  →  (con la crisi tutti votavano la destra), Hitler
     abilitò di oratore                                          indirizzava i suoi voti verso i partiti naziona-
                                                                            listi e conservatori Hindenburg alla
                                                                            presidenza della Repubblica.
                                                                                                              
Hitler, con i suoi slogan interpretava la disperazione del popolo di fronte alla crisi, accumulò tantissimi voti. Attribuendo tutte le disgrazie della Germania agli ebrei veniva incontro alla disperazione di chi aveva bisogno di scaricare le proprie colpe su qualcuno: un “capro espiatorio”.
Ebrei per Hitler Kulaki per bolscevichi
 e borghesia: un nemico da eliminare
                                                ↓
Primi successi: finanziamenti da industriali      con questi soldi: gruppi paramilitari, le SA
 e intenditori che vedevano nel partito uno →  “squadre d’assalto”, e le SS “reparti di
 scudo contro il comunismo.                                 Protezione (lavoro ai disoccupati); poi
                                                                                   chiederà alle SS (fedeli) di distruggere le SA
                                                                                   (poco controllabili)
                                                                                                      
Hitler per colpire la gente organizzava spesso parate festosissime per farsi notare e per far vedere che la Germaniaera una grande nazione anche sotto la crisi. Simbolo del movimento: la svastica.
           
Alle elezioni del 1932 il partito nazionalista ottenne la maggioranza. Hindenburg nominò Hitler cancelliere  che ne approfittò per ottenere un potere sempre più vasto, che divenne dittatoriale nel 1934 quando si proclamò Fuhrer del nuovo impero tedesco, il “terzo reich”.
Hitler mantenne le promesse che aveva fatto al popolo per essere eletto;
-i giovani (maschi e femmine) fu imposto un periodo di lavoro per la comunità;
– imprenditori e prestatori furono inquadrati nel Fronte di Lavoro
-nelle scuole fu introdotto l’insegnamento delle teorie naziste e un controllo sulla cultura.
-venne proibita l’arte moderna (la “degenerata”) e ne fu imposta una realistica (bellezza paesaggio tedesco e virtù del popolo erano gli unici soggetti).
-avversari politici arrestati dalla polizia segreta (Gestapo) e reclusi in campi di concentramento (Lager) dove la vita aveva condizioni durissime.
-stesso trattamento per i delinquenti, gli omosessuali, gli zingari.
-nel 1935 Leggi di Norimberga privavano gli ebrei della cittadinanza tedesca e vietarono i matrimoni misti.
-un ebreo a Parigi accise un diplomatico tedesco: scoppia la violenza antiseminista nella notte tra il 9 e il 10 dicembre del 1938 chiamata “notte dei cristalli” perché le squadriste infransero le vetrine di negozi, uffici e abitazioni ebree.
-si passa alla discriminazione ebrea sotto forma di privazione dei diritti, alla schiavitù nei campi di concentramento e allo sterminio.
-quello che succedeva nei campi di concentramento era noto a pochi: i capi preparavano filmati di gente felice che lavora, di bambini che giocano e che si divertono, gente ben nutrita raffigurava una vita serena in quei campi; ma purtroppo non fu così.
-i contadini vennero aiutati dallo Stato, gli impiegati pubblici ritrovano il loro prestigio, le grandi parate piacevano a tutti e soprattutto piaceva il fatto che Hitler avesse dato fine alla crisi dopo la 1° guerra mondiale, ma non potevano sapere che la ripresa economica fosse una conseguenza di grandi spese militari che nel giro di dieci anni avrebbe condotto alla rovina Germania.
shares