La lettera

Introduzione

Si tratta di una di quelle scritture creative cui gli alunni non erano molto abituati fino a qualche anno fa, e che gli insegnanti snobbavano un po’. In realtà è un esercizio molto importante, non fosse altro perché poi ci capiterà per tutta la vita di dover scrivere lettere, per non parlare delle e-mail, che stanno diventando un mezzo di comunicazione quotidiano. 

A proposito quali tipo di lettera potremmo simulare di scrivere nel corso di un compito in classe?

1) La lettera privata: ad un interlocutore singolo, magari in risposta ad una missiva facente parte di uno scambio epistolare

2) La lettera aperta: fatta per essere resa pubblica, si può rivolgere magari ad un esponente importante della politica e della cultura, ma è di libera circolazione

3) La lettera elettronica o e-mail: scritta al computer, ha la straordinaria caratteristica di arrivare al destina 

Parti della lettera

1) La località e la data in cui si scrive la lettera

 

2) La formula di saluto e l’indicazione del destinatario (es. Caro Giuseppe, per una lettera confidenziale oppure Gentile, Egregio, Spettabile, con un crescendo di formalismo)

 

2) La premessa, che può contenere informazioni introduttive, sullo stato della corrispondenza, sulla persona del mittente, o sulla situazione in cui si trova a scrivere (es: sono sempre stato un suo ammiratore – oppure – sono esasperato per il caldo torrido mentre scrivo queste righe)

 

3) Il corpo della lettera, che può contenere descrizioni, narrazioni, informazioni o argomentazioni, espresse in modo più persuasivo o più espositivo

 

4) La formula di congedo (es. “Con affetto, il tuo…”  oppure  “Cordiali saluti” e infine “Con ossequio”  formula decisamente formale)

 

5) La firma del mittente

 

Compito in classe

> Tipologia B: immagina di scrivere una lettera di Lorenzo Valla ad un suo amico umanista (come Poggio Bracciolini) per informarlo delle sue scoperte sulla falsa donazione di Costantino

Esempio di svolgimento della lettera di Valla – alunno Gambaro Stefano