LA POLIS E LA DEMOCRAZIA


Compendio di storia greca

del prof. Angelo Stumpo

Per millenni il Mar Mediterraneo rappresentava un ostacolo ed i primi popoli avevano paura di avventurarsi nella navigazione, quindi si accontentavano di compiere esplorazioni durante il giorno e mantenendosi vicini alla riva.

Una svolta si ebbe circa nel 2000 a.c. grazie ai Cretesi popolo immigrato dall Asia Minore che cominciò a sviluppare la tecnica della navigazione per mare. Fra i vari gruppi indoeuropei bisogna ricordare anche gli Achei, detti anche Micenei , popolo del mitico re Agamennone.

A partire da questo momento però la navigazione, il commercio marittimo e la trasformazione del Mar Mediterraneo, quale principale via di scambi commerciali ( quasi come se fosse una grande autostrada!) viene caratterizzata da due popoli: Fenici e Greci.

I Fenici erano un popolo stanziatosi sulle coste del Libano, dove cerano pochi terreni coltivabili, ma molte foreste conifere,  ed essi  si dedicavano soprattutto al commercio marittimo. Venivano governati da un Re ed un Consiglio di Anziani. Fondarono numerose colonie commerciali ( territori sotto loro controllo ) fra cui Cartagine e Palermo ed ebbero come grande merito quello di aver introdotto un alfabeto fonetico ( come prima forma di scrittura ).

I Greci divennero popolo importante, ma occupavano la parte bassa della penisola balcanica che era una zona montuosa, questo rendeva la popolazione greca poco unita e compatta. Svilupparono altre colonie come in Sicilia, per importare prodotti in patria.

 

Tra le grandi innovazioni della cultura greca vi fu la polis ovvero una città– stato che non era più governata dal Re, ma dai cittadini( polis significa città sia come strade, edifici etc; che come nuova organizzazione politica, difatti nasce un governo alla guida della città.)

Le caratteristiche della polis erano: 1) uguaglianza dei cittadini; 2) diritto di riunirsi in una grande Assemblea; 3) la maggioranza dei cittadini  decideva sulle leggi.

La città – polis greca era divisa in due parti: la città bassa (dove cera una grande piazza chiamata Agorà in cui si riuniva l Assemblea pubblica e cerano il mercato ed il tribunale) e la città alta o acropoli ( dove cerano i luoghi religiosi come templi etc.). Infine il resto del territorio era caratterizzato dalla campagna.

I Greci per evitare confusione nelle leggi decisero di inventare una  COSTITUZIONE  ovvero un insieme di regole che devono guidare lo Stato. Nel mondo della Grecia antica spiccavano due modelli costituzionali: