La scuola secundum legem et scientiam Alla ricerca di una professionalità perduta. Corso di prima formazione per docenti di Enrico Maranzana

La scuola
secundum legem et scientiam
Alla
ricerca di una professionalità perduta
Corso di
prima formazione
per docenti
Enrico Maranzana


“L’autonomia
si sostanzia di progettualità”, sancisce la norma del 1999.

Ogni
scuola può elaborare e gestire le proprie strategie che riguardano:


·         il rapporto scuola società – formazione dei giovani in modo “adeguato all’inserimento nella vita sociale e nel mondo del lavoro”;
·         l’educazione – promozione dell’apprendimento che consiste nel consolidamento delle “capacità e le competenze, generali e specifiche” degli studenti;

·         il coordinamento – l’unicità dell’orientamento del sistema scolastico richiede, come condizione necessaria, la convergenza di tutti gli insegnamenti.

L’incoerenza
del sistema normativo ha impedito la realizzazione d’unità scolastiche in grado
di intendere e di volere:


·       la legge 107 ha interpretato l’autonomia delle istituzioni scolastiche in funzione dei problemi della dirigenza: la conseguente parcellizzazione l’ha snaturata;

·       la legge costitutiva dell’Invalsi ha sterilizzato la capacità di autogoverno (feed-back): il controllo è stato trasferito a un ente esterno.

L’assenza
di professionalità è il secondo impedimento:
·        
I dirigenti scolastici vivono nel passato,
rifiutano di adeguare la struttura decisionale ai canoni scientifici e
normativi, hanno edificato regge per far risaltare la loro figura;
·        
I docenti, disinteressati
all’interpretazione e all’applicazione delle innovazioni presenti nella legge,
supinamente persistono nel loro tradizionale tran-tran;
·        
La cultura universitaria, riferimento del
Miur, monopolizza la  gestione dell’aggiornamento:
la divergenza con la mission della scuola è trascurata.

Ne
discende la necessità di ipotizzare percorsi per la preparazione professionale
del personale scolastico che valorizzino:




·         Gli aspetti d’ammodernamento presenti nella legge;
·         La visione sistemica;
·         I dettami delle scienze dell’organizzazione;
·         La dilatazione del concetto di disciplina, arricchita dai problemi da cui sono derivate le relative conoscenze e dai corrispondenti metodi d’indagine;

·         Una metodologia didattica in grado di veicolare una corretta ed espansa immagine delle discipline.

La scuola
secundum legem et scientiam
Corso
di prima formazione per docenti
PIANO DI LAVORO

L’itinerario
è stato pensato per una ventina di persone. Si formeranno quattro gruppi.

Le
fasi di un incontro sono generalmente sei:


1.    distribuzione scheda di lavoro: la puntualizzazione del compito;
2.    lavoro di gruppo e stesura del resoconto dell’attività svolta;
3.    intergruppo per la socializzazione delle risposte elaborate;
4.    intergruppo per il confronto e la sintesi delle produzioni;
5.    sistematizzazione: presentazione dello stato dell’arte;
6.    dibattito.


1°
incontro     
La
comparazione del modello gentiliano con quello odierno facilita la
visione
sistemica della scuola.

Fasi e tempi
Presentazione
corso e introduzione
5’
Lavoro
di gruppo
120’
Intergruppo,
confronto, sintesi
30’
Sistematizzazione
15’
Dibattito
10’


La diapositive
di sistematizzazione sono visibili all’indirizzo:
Copiate il link
– incollatelo nella barra degli indirizzi e confermate per accedete all’anteprima
– cursore sulla freccia volta verso il basso in alto allo schermo – click su scaricate

2°
incontro    
Una
riflessione mirata all’interiorizzazione del concetto di sistema. La
lettura
corale delle elaborazioni dei corsisti facilita l’appropriarsi della moderna
visione della realtà.

Fasi e tempi
Attività
domestica

Lettura
produzioni
15’
Dibattito
5’
3°
incontro
L’interpretazione
della norma sull’autonomia delle istituzioni scolastiche conduce a una visione
univoca, unitaria, coordinata, controllata dell’istituzione scolastica.
Fasi e tempi
Lavoro
di gruppo
60’
Intergruppo,
confronto, sintesi
15’
Sistematizzazione
15’
Dibattito
10’

La diapositive
di sistematizzazione sono visibili all’indirizzo:
Copiate il link
– incollatelo nella barra degli indirizzi e confermate per accedete alla prima
diapositiva – cursore sulla freccia volta verso il basso in alto allo schermo –
click su scaricate






4°
incontro
L’univocità
terminologica è un aspetto da sempre trascurato. Si propone la lettura di un articolo
di legge per ricercare il significato delle parole chiave.
Fasi e tempi
Lavoro
di gruppo
120’
Intergruppo,
confronto, sintesi
30’
Sistematizzazione
15’
Dibattito
15’

La diapositive
di sistematizzazione sono visibili all’indirizzo:
Copiate il link
– incollatelo nella barra degli indirizzi e confermate per accedete alla prima
diapositiva – cursore sulla freccia volta verso il basso in alto allo schermo –
click su scaricate




5°
incontro
La
promozione e il consolidamento delle capacità sono il traguardo del sistema
educativo.  La loro rappresentazione
grafica favorisce la presa di coscienza del mandato affidato al docente.


Fasi e tempi
Lavoro
di gruppo
90’
Intergruppo,
confronto, sintesi
30’
Sistematizzazione
15’
Dibattito
15’

La diapositive
di sistematizzazione sono visibili all’indirizzo:
Copiate il link
– incollatelo nella barra degli indirizzi e confermate per accedete alla prima
diapositiva – cursore sulla freccia volta verso il basso in alto allo schermo –
click su scaricate




6°
incontro
Il disegno dell’organigramma
e di parte del sistema informativo favorisce la presa di coscienza del mandato
affidato ai docenti.

Fasi e tempi
Lavoro
di gruppo
90’
Intergruppo,
confronto, sintesi
20’
Sistematizzazione
25’
Dibattito
15’

La diapositive
di sistematizzazione sono visibili all’indirizzo:
Copiate il link
– incollatelo nella barra degli indirizzi e confermate per accedete alla prima
diapositiva – cursore sulla freccia volta verso il basso in alto allo schermo –
click su scaricate




7°
incontro
Un esercizio elementare, da
affrontare a casa, per rinforzare l’adesione al dettato del TU 297/94

La diapositive
di PowerPoint con l’esercitazione sono scaricabili all’indirizzo:
La diapositive
di PowerPoint con la soluzione sono visibili all’indirizzo:

8°
incontro
Il governo di un sistema è reso
possibile dalla costituzione di punti d’osservazione, necessari per la capitalizzazione
delle informazioni contenute negli scarti obiettivi-risultati (feed-back).

Fasi e tempi
Lavoro
di gruppo
90’
Intergruppo,
confronto, sintesi
20’
Sistematizzazione
30’
Dibattito
10’

La diapositive
di sistematizzazione sono visibili all’indirizzo:
Copiate il link
– incollatelo nella barra degli indirizzi e confermate per accedete alla prima
diapositiva – cursore sulla freccia volta verso il basso in alto allo schermo –
click su scaricate

9°
incontro
Produzione
di unità d’apprendimento o di mini percorsi

Fasi e tempi
Dichiarazione
degli obiettivi
15’
Lavoro
individuale domestico
7 gg
Messa
in rete delle produzioni

Analisi
delle unità d’apprendimento
7 gg
Dibattito
90’
Commento
sull’attività svolta
10’


10°
incontro
                    Illustrazione
e discussione delle unità d’apprendimento prodotte.



La scuola
secundum legem et scientiam
Corso di prima formazione per docenti
Sk. 1


La finalità, la struttura, la professionalità, la
strumentazione, le forme di controllo della scuola variano al variare
dell’ambiente socio-culturale in cui è immersa.


Proposta di lavoro


a)    Comparate il Regio decreto 6 maggio 1923 n. 1054 [art. 39 .. 64] con l’art. 2 della legge 53/2003[1]  e con il TU 297/94 per identificare:
1.    Le finalità;
2.    La strumentazione;
3.    Le forme di controllo.


b)   Disegnate i due modelli di scuola facendone risaltare la peculiarità più marcata.


c)    Scegliete una parola che sintetizzi l’attuale