LA SECONDA GUERRA MONDIALE

SITUAZIONE PRECEDENTE

Successi della Germania dovuti a
– riforme di Hitler
– situazione internazionale: Francia e Inghilterra, che avevano approfittato della sconfitta degli Imperi Centrali, cominciavano a trovarsi in serie difficoltà
                                        
– Gran Bretagna: affrontava in India richieste di indipendenza dal Partito del Congresso     guidato da Gandi pratica della non violenza;
– nei paesi dell’Oriente idee fasciste avevano il sopravvento;
– cresceva l’influenza del Giappone con il governo nazionalista Impero del Sol Levante il più potente dell’Asia nel 1936 Patto anti-Comintern con la Germania: contrasta il comunismo internazionale. viene esteso anche in Spagna, in Italia e in Cina (divisa fra nazionalisti di Chiang Kai-Shek, che prevalevano, e comunisti di Mao Zedong ).
      
Francia e Inghilterra, uniche contro idee nazionaliste, comuniste e fasciste (anche Bolivia e Cile furono attratte da esse) temevano una guerra con Hitler.
                                
v     Francia: pacifismo diffuso anche nella sinistra che andò, nel 1936, al governo con il Fronte Popolare di Leon Blum; la destra era favorevole a idee fasciste.
v     Inghilterra: paura di non riuscire più a mantenere il controllo dell’Impero, che era favorevole a una politica di pacificazione con la Germania.
Asse Roma-Berlino diventa nel 1939
il Patto d’Acciaio, il fascismo si ispira sempre
di più al modello del nazionalsocialismo.

LO SCOPPIO DELLA GUERRA 

1939 trattato di Ribbentrop-Molotov (ministro degli esteri tedesco e collega) a Mosca.
Con esso, Mosca e Berlino si impegnavano a non attaccarsi e si spartivano buona parte dell’Europa orientale.
            
Stupore dell’Europa: due regimi totalitari che avevano fatto uno l’anticomunismo e l’altro l’antifascismo si mettevano improvvisamente d’accordo.
                                             
Punti in comune tra nazionalismo e comunismo:
          entrambi regimi totalitari;
          basati sul culto di un capo indiscusso e indiscutibile;
          responsabili di atrocità mai accadute in precedenza;
          convinzione di estirpare il Cristianesimo dalla cultura moderna.
                                
                        Interessi pratici:
         Stalin temeva un’aggressione tedesca, il suo esercito era impreparato.
         Stalin voleva riappropriarsi dei territori che la Russia aveva preso dopo la 1° guerra
          Hitler voleva, nel caso di guerra, non essere bombardato sia dalla Francia, che dall’Inghilterra, che dalla Russia (come aveva fatto Guglielmo II nella 1° guerra mondiale).
            
L’1 settembre 1939, pochi giorni dopo il patto,                   Inglesi e Francesi, dopo Monaco,
la Germania aggredì la Polonia a cui aveva chiesto, →   subiscono un cambio di situazione:
 senza ottenerla, la città di Danzica e del “corridoio”        Inghilterra: Winston Churchill
che divideva la Prussiain due.                                              contro all’eppaesement; patto con
                                                                                                     la Polonia, insieme alla Francia
                                                                                                     combattono l’invasione tedesca.
                                                                                                                              
La Russia aggredisce la Polonia, che venne distrutta dall’esercito tedesco (la Wehrmacht) che mise in atto le tecniche della guerra-lampo dove un ruolo importantissimo era svolto dall’aviazione.
         
27 dicembre Varsavia si arrese: fu costituito un governo polacco in esilio e la Polonia venne spartita tra Germania e Russia.
Spietata occupazione da parte della Germania:
          Persecuzione degli ebrei e della vecchia classe dirigente con sacerdoti e cattolici
          Impongono l’uso della lingua tedesca
          Cambiano i nomi delle località e delle strade (cancellazione identità polacca)
          Massacro di coloro che non volevano convertirsi al comunismo (massacro delle fosse di Katyn)
                                                                               
L’Unione Sovietica annetteva la Lituania, l’Estonia e la Lettonia e tentava di fare lo stesso con la Finlandia, che resistette all’attacco dell’Armata Rossa.
                            
1940 Germania invade Danimarca e Norvegia mentre Francia e Inghilterra restavano in difensiva senza intervenire (blocco navale alla Germania), Italia e Giappone neutrali.
L’ANNO 1940
1940 Hitler decide di attaccare la Francia.
         
Dopo aver invaso i paesi neutrali (Belgio, Olanda, Lussemburgo) entra in Francia attraverso le Ardenne (= regione boscosa che forniva un forte scudo agli attacchi, chiamata anche Linea Maginot) sfondando con i carro armati gli alberi: elemento sorpresa.
                           
Inghilterra cerca di fuggire mentre Germania spezza in due le truppe francesi che cercavano di abbandonare la patria governo francese chiede l’armistizio: parte centrale con la capitale passava sotto l’occupazione tedesca.
                                                 
Lippe Pétain al governo il cui nucleo fu in Vichy (sud Francia).


10 giugno 1940 entra in guerra l’Italia.
                 
Mussolini scelse di fortificare la frontiera sul Brennero con il terzo Reich (temeva aggressione tedesca), pensava che con la disfatta della Francia la guerra si sarebbe calmata e avrebbe potuto ottenere la Corsica, Malta, la Tunisia, Nizza e Savoia, ottenendo solo una delusione: l’Inghilterra non accetta proposte di pace con Hitler, Winston animò la presenza Britannica battaglia d’Inghilterra.
                                                    
La prima battaglia aerea: Royal Air Force (inglese) ebbero la meglio sulla Luftwaffe (tedesca), grazie al possesso dei radar.
 L’ITALIA

Italia non era preparata al conflitto: industria limitata, mancanza di materie prime, impreparazione ad una guerra di movimento, l’aeronautica non aveva portaerei, mancanza di decisione dell’occupazione di Malta, minaccia della Gran Bretagna per i convogli d’Italia sul Mediterraneo.
                          
Prime perdite: in Libia insuccessi, nel 1941 sconfitta in Africa vennero schiacciati dagli inglesi perdita dell’Eritrea, Somalia ed Etiopia.
                                                 
Nel 1940 Mussolini ordina l’attacco alla Grecia (rafforzamento del ruolo italiano), prendendo le mosse dall’Albania l’Italia venne respinta: solo con l’intervento della Germania nel 1941 vincemmo la guerra con la Grecia e occupò anche la Jugoslavia.
                         
Il conflitto si allarga: entrano in guerra        collaborazionisti = popolazioni occupate dai
Ungheria, Romania, Bulgaria affianco      tedeschi che si dimostrano favorevoli agli
dell’Asse.                                                           Occupanti.
                                                                                                               
                                                                              Governo di Vichy favorevole alla Germania

LA GUERRA DI POSIZIONE
                                    ↓
          piano di guerra germanico prevedeva la sconfitta della Francia e della Russia
                                                        ↓
    piano tedesco fallisce perché Inghilterra e Francia respingono l’attacco nella Battaglia di Marna
                                 ↓
       da guerra di movimento il conflitto franco-tedesco diventò guerra di posizione: entrambi gli eserciti si fortificarono sulle posizioni raggiunte scavando trincee.
                      ( innovazione militare : guerra di trincea)
                                                                        ↓
        conflitto su frontiera orientale:  – Austria invade la Serbia ma viene sconfitta dai Russi                                  che prima di essere respinti dai tedeschi invadono la Prussia Orientale
         le colonie tedesche vengono occupate da inglesi, francesi e giapponesi 
   
   guerra sui mari : marina militare britannica continua ad essere la più potente e impone il blocco  dei rifornimenti agli stati centrali
                                                    ↓
              i tedeschi rispondono dichiarando un contro blocco attraverso la guerra sottomarina totale per cui ogni nave che naviga presso le coste britanniche viene affondata
                                            ↓
        la Germania desiste per le proteste degli stati Uniti
                ↓
  la guerra è adesso a favore dell’Intesa: padrona dei mari e rifornita di armi e materie prime dall’Inghilterra via mare mentre gli stati centrali vanno incontro al problema economico
ITALIA: DALLA NEUTRALITA’ ALL’INTERVENTO
                                         ↓
                 fallita dunque la guerra-lampo tedesca → a parità di forze , l’intervento di una nazione diveniva fondamentale: Italia “corteggiata” da entrambe le parti conflittuali
                                                                                                      ↓
                                                                    Italia si divide in due : neutralisti ed interventisti
– neutralisti (legati a Giolitti) : convinti che l’Italia dovesse tenersi fuori dal conflitto
– interventisti (di destra e sinistra) : favorevoli all’intervento in guerra dell’Italia a fianco dell’Intesa.
Re Vittorio Emanuele III e Calandra stipulano con l’Inghilterra il Patto di Londra : per cui l’Italia si impegna a dichiarare guerra all’Austria entro il maggio del 1915
l’Italia dichiara subito guerra e quindi l’esercito italiano attacca lungo tutto il confine austriaco
 ma dopo una breve avanzata il conflitto si riduce a una guerra di trincea
solo a enorme prezzo le truppe italiane riuscirono a raggiungere Gorizia nel 1916
LA GUERRA PIU’ SANGUINOSA DELLA STORIA
                                ↓
     la guerra si rivela terribile e sanguinosa → le scoperte moderne della tecnologia, (aeroplani, gas asfissianti, sommergibili,carri armati) vengono usate come strumenti di distruzione e di morte
                                                                   ↓                                       
i governi prendono provvedimenti che limitano l’entusiasmo della guerra si disperde quindi la libertà dei cittadini: la stampa viene sottoposta a censura→  si cerca di fare propaganda, il cibo viene razionato, tutti gli uomini, per riaccendere la fiamma dell’odio, hanno l’obbligo di andare in guerra verso il nemico
                                                                                                                      ↓
                                                                                         ma la guerra va sempre peggio perché si
                                                                             perdono migliaia di uomini senza nulla di fatto