Le lacrime teatrali dei politici sono a buon mercato come le bugie – di Giovanni Ghiselli