Lettera aperta a Beppe Grillo – di Francesco Lena

Sharing is caring!

Caro Grillo, cosa hai fatto, cosa stai facendo, cosa farai
per i terremotati?.

Caro Grillo, cosa hai fatto per contribuire a costruire un’
Italia, un Europa, un mondo migliore, più giusto, con più diritti, con più
uguaglianza, con più solidarietà?
Caro Grillo, fare questo dipende da ognuno di noi , perciò
anche da te: essere migliore nei fatti di tutti i giorni, non stare comodamente
in una villa con le tasche belle piene di soldi, o su una bella barca a
spassartela, o in una piazza a dare ordini, a dire parolacce dispregiative, ad
insultare, urlare, non fai proprio più ridere nessuno.
La democrazia in Italia che godi anche tu, è stata
conquistata con il sacrificio di tante persone, perciò la democrazia, caro
Grillo, è confronto civile, possibilmente educato, la democrazia è impegno
responsabile: la democrazia è fare qualcosa per il bene comune, dare il buon
esempio, avere idee buone, essere onesti, sinceri, trasparenti, avere il senso
del dovere, rispetto delle regole, delle leggi, prima di tutto rispetto della
dignità delle persone.
Tu, caro Grillo, non hai inventato né portato niente di
buono, hai solo copiato quasi tutto il peggio del presente e del passato.
Mettiti a lavorare, non è mai troppo tardi, incomincia a fare veramente una
cosa di concreto, vai a farlo per i terremotati che ne hanno tanto bisogno, ti
consiglio gentilmente, abbandona la casta degli urlatori, sono sicuro che se li
abbandonerai e ti metterai a lavorare facendo cose concrete per il bene comune,
ti sentirai meglio e più sereno, e ti guadagnerai la stima dei cittadini,
distinti saluti.
Francesco Lena
Via Provinciale,37
24060 Cenate Sopra ( BG) tel.  035/956434
shares