Mailing-list, videoconferenze


in un rete locale (LAN) scolastica

 

Si presuppone che i fruitori di questo ipertesto già conoscano l’utilizzo della posta elettronica, che è un supporto fondamentale per la condivisione di risorse, tramite soprattutto l’utilizzo di allegati. Vale la pena sfruttare tutti le caratteristiche della posta elettronica, in particolar modo CREARE mailing list, per generare gruppi di lavoro condiviso, e iscriversi a mailing-list, nelle quali si dibattano i temi più cari della scuola

Gestire una mailing-list: Le mailing list possono essere gestite:

  • manualmente, da un moderatore che mantiene una lista di indirizzi di posta elettronica (di solito lato client);
  • automaticamente, da un servizio che accetta iscrizioni via posta elettronica.
  • Prova per esempio i seguenti servizi web gratuiti per formare un tuo gruppo di discussione:
  • www.domeus.it/
  • http://it.groups.yahoo.com/

Iscriversi ad una mailing-list: iscriviti alle mailing-list di

Anzitutto la nostra associazione ha una mailing list cui è possibile iscriversi qui sotto:

Ed-scuola: vai sul sito www.edscuola.it  e compila il form con il tuo indirizzo di posta elettronica

 

Newsletter

Iscriversi ad una newsletter vuol dire ricevere nella propria casella di posta elettronica notizie su convegni, dibattiti, novità importanti che possono arricchire la propria formazione. È il caso della newletter di www.sophia.it ricca di notizie interessanti sulla scuola e di quella dellIRRE Lombardia sull’innovazione tecnologica http://www.irre.lombardia.it/TD/nws_let/presentaz_nl.html

 

 

Creare una propria rubrica

 

Vale la pena che ogni insegnante ed ogni preside si organizzi la sua mailing-list, una sua lista di indirizzi di utenti, cui spedire notizie. La posta elettronica è oggi il mezzo più veloce ed economico per comunicare. Non solo con una singola persona, ma anche con tante persone in una volta sola. Basta un clic e il nostro messaggio parte in tante direzioni per il mondo e arriva a destinazione in pochi minuti. La mia esperienza è questa: è da un po di anni che ho creato mailing-list di alunni. I messaggi non possono sostituire quanto viene detto in classe, ma possono integrare” la spiegazione, ad esempio con l’indicazione di pagine web per l’approfondimento di alcuni argomenti, oppure per ribadire avvisi e compiti importanti, per creare rapporti anche in periodi di malattia ed assenza dal lavoro. Il semplice fatto di ricevere una e-mail dal prof. costituisce per gli studenti qualcosa di nuovo e stimolante. Chi ha un sito web, poi, ha la possibilità di far iscrivere autonomamente gli utenti, senza bisogno di dover fare lui manualmente il salvataggio dei vari indirizzi di posta elettronica. Questo è possibile anche gratuitamente. Ad esempio io utilizzo un servizio di mailing-list (gratuita fino a 500 utenti di www.bravenet.com (in inglese, ma poi personalizzabile in italiano).