Migrazioni: una società multiculturale

Sharing is caring!

Migrazioni: una società multiculturale

Emigrazione ieri e oggi
Prof. Luigi Gaudio

Emigrazione ieri: l’emigrazione italiana all’estero

I vantaggi dell’emigrazione storia italiana:

Rimesse, ovvero trasferimento di denaro dall’estero alle famiglie d’Italia. Con tale denaro i parenti riuscirono a saldare i debiti, comprare casa, terreni e alimentarsi in modo più sano. Inoltre il denaro circolava nel paese formando consumatori e mercato interno che sviluppò industrie e commercio.

Emigrazione oggi: L’Italia, anche se molti giovani italiani migrano all’estero in stati più dinamici, è diventata oggetto di immigrazione da altri stati dell’europa orientale o extraeuropei.
Nel corso dell’ultimo decennio la popolazione straniera residente in Italia è triplicata passando da poco più di 1 milione e 300 mila persone nel 2001 a oltre 4 milioni nel 2011.

Il punto sull’immigrazione europea

Nel corso del 2011 almeno 1,7 milioni di persone provenienti da un Paese al di fuori dell’Unione europea sono immigrate in uno dei 27 Stati membri, mentre 1,3 milioni di persone già residenti all’interno di un Paese dell’Ue sono migrate in un altro Stato membro. Complessivamente, circa 3,2 milioni di persone sono immigrate in uno dei 27 Paesi dell’Ue, mentre almeno 2,3 milioni di persone sono emigrate lasciando il territorio dell’Ue.

 

shares