Mostra gay a Milano

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

La giunta del comune di Milano ha deciso di finanziare una iniziativa davvero sconcertante. Si tratta della mostra “Arte e omosessualità”, ma dietro questo titolo pseudo-culturale c’è ancora una volta la ingiustificabile offesa del cristianesimo, soprattutto nella figura del Santo Padre Benedetto XVI.

Come ha potuto il Comune di Milano patrocinare una simile assurda iniziativa, e come mai la Curia milanese non si è espressa al proposito?

Si tratta di una offesa grandissima avallata dalle istituzioni che così, non soltanto non rispettano la natura religiosa della nostra comunità milanese, relegando il cristianesimo a movimento privato e non riconoscendolo come espressione pubblica, ma si confonde dileggio e offesa come espressioni artistiche che nulla hanno a che vedere con il buon gusto e l’intelligenza delle persone.

Ci auguriamo che abbia a finire questa crociata blasfema contro il cristianesimo, e che le autorità tutte, ecclesiali e civili, abbiano a non confondere il dovere al confronto e al dialogo con una tolleranza iniqua e miope, frutto di una falsa manifestazione di libertà, e che abbiano a proteggere il sentire comune della nostra comunità milanese.

Luglio 2007

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: