Muore e lascia un dubbio

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Appena laureato e si uccide

I familiari si chiedono perché

esercizio di scrittura di un articolo di giornale di Lorenzo Bortoluzzi 1°D

Questa mattina verso le 9.00 la polizia ha rinvenuto il cadavere del giovane poeta appena laureato in lettere Dino Martini. Il servitore ha trovato il corpo senza vita del ragazzo verso lalba nella stanza adibita a studiolo, nella casa di Milano. Il suicidio, questa la causa della morte, è stato compiuto con un coltello da cucina, diretto al cuore. Non si conoscono ancora i motivi che hanno spinto il povero Dino a porre fine alla sua vita
proprio all’inizio della sua carriera.
La polizia ipotizza che sia una banale storia d’amore la causa della morte, ma i familiari
credono che sia stata una minaccia o un ricatto da parte di qualche delinquente del
quartiere. La polizia indaga tuttora sulle amicizie e sulle conoscenze del suicida per capire a fondo le reali motivazioni del suo gesto e per capire se ci sono responsabilità morali da parte di qualcuno. Il giovane poeta era molto conosciuto nel quartiere ed aveva svariate conoscenze. Questa larga cerchia di amicizie rende le indagini più complesse. Ultimamente frequentava alcuni locali poco raccomandabili ed è proprio in questambito che la polizia sta lavorando. Dino Martini era un ragazzo tranquillo, sempre disponibile, una mente aperta, uno studente modello e sono proprio queste sue caratteristiche a rendere inspiegabile il gesto che ha compiuto facendo male sia a se stesso che ai suoi cari.

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: