NARRAZIONE NON LINEARE n.2

 

POMERIGGIO IN CASA KRONTSUCHER

Testo A. (l’avvenimento). Sabato sera la famiglia Krontsucker doveva andare al cinema al gran completo, poi invece Marco ha rotto definitivamente il motorino che stava riparando e quindi ha fatto tardi e quando è salito era arrabbiatissimo contro i filetti delle viti. La mamma (al terzo bucato della giornata) non ha trovato niente di meglio che dirgli che aveva telefonato Daniela (la ragazza di Marco) mezzora prima, ma che non era scesa ad avvertirlo perché stava curando la lavatrice che ogni tanto perde allagando il bagnetto e poi se ne era dimenticata. Allora lui si è arrabbiato ancora di più.

Il padre lo ha sentito (ed era tutto il pomeriggio che soffriva per via del dente del giudizio e in più non gli tornavano i conti) e si è arrabbiato a sua volta. Patrizia (l’altra figlia), quando è tornata dal parrucchiere pronta per andare al cinema (dove sperava di incontrare un suo compagno, un certo Brent), appena sentito aria di burrasca si è chiusa in bagno, come fa lei di solito, col Sony e ne è uscita poco dopo furibonda per come le avevano tagliato i capelli, urlando che sembrava il pechinese della signora di fianco (è vero: ma questo non dipende dal parrucchiere, ma lei si arrabbia se qualcuno glielo fa notare) e che lei non ci andava più da quello l’…

 

Passi per la costruzione del testo.

 

I personaggi e le loro azioni

 

Marco

1. tenta di riparare il motorino

2. lo rompe definitivamente

3. cerca a lungo de inutilmente di riparare il guaio

4. torna a casa adirato

5. riceve dalla mamma lavviso della telefonata di Daniela

6. si adira anche con la mamma

 

La mamma

1. stende il secondo bucato

2. avvia il terzo bucato

3. si occupa della lavatrice per evitare che perda

4. riceve la telefonata di Daniela

5. va a verificare che la lavatrice non perda

6. si dimentica che ha telefonato Daniela

7. non scende ad avvisare Marco

8. dice a Marco che ha telefonato Daniela

9. ascolta (o no, non lo sappiamo) le urla di Marco

 

Daniela

1. telefona a casa Krontsucker chiedendo se c’è Marco

 

La lavatrice

1. finisce il secondo bucato

2. inizia il terzo bucato

3. prosegue il terzo bucato senza allagare il bagnetto

Il babbo – papà

1. ha mal di denti

2. ha mal di denti e /1 fa i conti

3. ha mal di denti e/2 i conti non gli tornano

4. ha mal di denti e/3 ascolta Marco che urla con la mamma

5. ha mal di denti e/4 si arrabbia con Marco (o in generale)

 

Patrizia

1. sogna di incontrare Brent e/1 si reca dal parrucchiere

2. sogna di incontrare Brent e/2 torna a casa

3. sogna di incontrare Brent, ma /3 avverte aria di burrasca

4. sogna di incontrare Brent, ma /4 si chiude in bagno

5. si guarda nello specchio e si dimentica di Brent

6. esce dal bagno furibonda, urlando contro il parrucchiere

 

io (eventuale narratore)

osservo

 

TABELLA RIASSUNTIVA DI UN POMERIGGIO

FINITO MALE

 

Marco

Mamma

Daniela

Lavatrice

Babbo

Patty

Io

—————-

si

progetta

di

andare

al

cinema

—————-

      h.14

1

1

?

1

1

1/1

o

        –

 

 

 

 

1/1

 

s

        –

 

2

?

2

 

 

s

        –

 

3

 

3

1/2

 

e

      h.16

 

 

?

 

 

 

r

        –

 

 

 

 

1/3

 

v

        –

 

 

?

 

 

 

o

        –

 

 

 

 

 

 

 

      h.18

2

 

?

 

 

 

o

        –

3

 

 

 

 

 

s

        –

 

4,5,6,7

1

 

 

 

s

        –

4,5,6

8,9

 

 

1/4,5

1/2,3

e

      h.20

 

 

?

 

 

1/4,5,6

r

—————-      

si

rimane

tutti

a

casa

—————-

—————-

 

Testo B. Testo che tende a sottolineare la responsabilità di Patrizia. Il narrante è uno dei fratelli Krontsucker, che parla in prima persona e non dice niente di sé.

 

… sabato sera si doveva andare al cinema tutti insieme, poi invece Patrizia, mia sorella, quando è tornata dal parrucchiere pronta per andare al Metropol (dove sperava di incontrare Brent), sentendo che in casa spirava una certa aria di burrasca si è chiusa in bagno, come fa lei di solito, col Sony. Ne è uscita subito dopo, furibonda per come le avevano tagliato i capelli, urlando che sembrava il pechinese della signora di fianco (è vero che sembra Chung, ma questo non dipende dal parrucchiere! Ma lei si arrabbia se glielo dico) e che lei non ci andava più da quello l’, ed altre simili invettive apocalittiche.

Esercizio A) Racconta un pomeriggio in casa tua con le stesse caratteristiche del testo sopra riportato e poi salva con il nome “narrazione non lineare2a.doc”