Natale, per allargare la ragione – di don Savino Gaudio

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità
Gli auguri di Natale 2006 sul giornale “Lo Sguardo in Dergano”:
        Natale, per allargare la ragione
Com’è stato ragionevole per quei pastori andare a vedere se era vera quella”voce” che avevano sentito. Com’è stato razionale per quegli uomini di scienza e di cultura che venivano da lontano (li chiameranno Magi) verificare le loro ipotesi, le loro intuizioni che li portarono a seguire un “segno“ e quindi scoprire che cosa c’era al di là di “ quel segno”. È più da uomini usare la ragione per aprirsi a tutte le realtà, anche quella che non si vede immediatamente o ridurre la nostra conoscenza alla sfera ridotta del “dimostrabile del misurabile”? Quante cose nella vita quotidiana -e sono quelle più importanti- non si riescono a misurare o a dimostrare eppure, se non ci fossero, non si potrebbe vivere. Chi di noi può fare a meno dell’amore di sua madre? Ma come faccio a dimostrarlo scientificamente? Chi di noi non capisce che attraverso un semplice sorriso o un piccolo dono, anche una semplice telefonata, vede con certezza l’affetto di quella persona che mi ama? Ma non potete chiedergli dov’è; non si vede con i nostri poveri occhi, ma sono sicuro che c’è. Le cose grandi della vita arrivano a noi sempre in forma indiretta e attraverso piccoli segni; occorre solo un cuore semplice e puro, come quello di un bambino, per poterle riconoscere. Dio ha scelto questa strada per arrivare a ciascuno di noi: si è fatto piccolo come un bambino perché anche il più piccolo tra noi lo può accogliere. Non si vede con i nostri poveri occhi, ma per chi ha il cuore semplice e puro è più che mai vicino e presente: come l’amore di una mamma, non so dimostrarlo, ma è la cosa più certa della vita. Dio è con noi; Gesù è presente. È Natale: è la cosa più certa della vita!

don Savino Gaudio

articolo pubblicato sul numero di dicembre 2006 de “Uno Sguardo in Dergano”
Pubblicità
shares