NAZIONE

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

 

LATINO

I latini non conoscevano l’idea di nazione, in quanto la loro entità statale (l’impero) era sopranazionale. Era quindi impossibile la nascita del nazionalismo, cioè di una politica dettata dalla considerazione della grandezza della propria nazione, della propria potenza. Il nazionalismo è quindi l’esasperazione del sentimento nazionale, che può arrivare sino all’imperialismo attraverso l’espansionismo territoriale e il culto della razza. È comunque interessante ripercorrere l’etimologia del termine. Il termine “natio, nationis” ha la stessa radice di nascor (=nascere) ed indica semplicemente chi ha in comune la nascita. Pertanto è usato, per esempio da Cesare, in svariati modi (come sinonimo di tribù, oppure di popolo)

 

ITALIANO

·        Dante: Divina Commedia Paradiso  Canto VI. Per Dante all’idea di nazione è preferibile quella di Impero Universale, proprio in un periodo in cui per la prima volta si affermano le prime nazioni indipendenti dall’impero: un’evoluzione che Dante non capisce, o comunque non condivide; basta leggere il giudizio che formula in questo canto dei regnanti francesi.

·        Manzoni: Idea di nazione nel romanticismo: Cori delle tragedie di Manzoni, Marzo 1821

·        Pascoli: La grande proletaria si è mossa

·        I futuristi (convinti nazionalisti e interventisti)

·        Gabriele D’Annunzio: febbraio 1918 Beffa di Buccari (D’Annunzio silura una nave austriaca); lancio di volantini nazionalisti su Vienna; 19 settembre 1919 impresa di Fiume (D’Annunzio guida un gruppo di irredentisti alla riconquista della città italiana, consegnata alla Slovenia dai trattati di pace postbellici. Un nuovo trattato tra l’Italia e la nascente Jugoslavia costringerà alla resa gli irredentisti)

 

INGLESE

The poetry of World War I

 

STORIA

Evoluzione del concetto di nazione in Italia. Il risorgimento e la lotta per l’unità d’Italia. Nei primi anni del novecento si accentua il nazionalismo in Italia, pertanto prevalgono i favorevoli all’impresa di Libia e gli interventisti al tempo della Prima Guerra Mondiale, rispetto ai neutralisti. Il nazionalismo si affermerà in modo violento ed autoritario nei regimi nazionalsocialisti e fascisti.

 

FILOSOFIA

Fichte e il concetto di nazione

Nietzsche: dottrina del superuomo e sua volontà di potenza

 

STORIA DELL’ARTE

Carlo Carrà: Funerali dell’anarchico Galli 1911

Carlo Carrà: Manifestazione interventista1914

 

STORIA DELLA MUSICA

Giuseppe Verdi: Nabucco e I lombardi alla prima crociata: gli avvenimenti storici sono letti alla luce della situazione politica del tempo, dando un implicito giudizio sull’oppressione degli austriaci nei confronti degli italiani.

 

Bibliografia

Leggi L’idea di nazione di Federico Chabod, ediz. Einaudi

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: