Non più pesci ma duomi

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Non più “pesci in faccia, ma duomi in faccia”

 

Cambiamo l’italiano

Fino a qualche tempo fa, era in voga l’espressione “mi sono dato da fare, ma mi hanno preso a pesci in faccia”. Qualcuno oggi potrebbe dire “mi hanno preso a duomi in faccia”, oppure dal momento che forse la nostra lingua non conosce il plurale di “duomo”, potrebbe dire “a guglie in faccia”. Forse questo è l’unico modo per affrontare certi argomenti. Di fronte alle trovate di un giovane molto rispettoso delle idee altrui (lui almeno, però, è stato l’unico a chiedere scusa), di fronte alle sparate assurde di certi politici, come Antonio Di Pietro, Rosy Bindi, o certi opinionisti come Marco Travaglio, forse l’unica soluzione è prenderla sul ridere.

Luigi Gaudio

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: