ODISSEA – analisi libro primo

LINGUAGGIO FORMULARE

          Odisseo» Eroe multiforme (= dai molti espedienti, ingegnoso)
                    » saggio (caratteristica che viene risaltata anche nel figlio al cominciare di un suo
                       discorso: “rispose allora giudiziosamente Telemaco”)
                    » chiaro
                    » assente
          Calipso» chiara tra le dee (l’essere chiari di pelle era caratteristica delle donne belle e delle      
                      dee, infatti saranno chiamate “chiare” anche Era, Elena, Nausicaa e Penelope)
                   » ninfa dai riccioli belli
          Atena» glaucopide (= dagli occhi chiari)
                 » Pallade (= dal greco àâ‚¬àŽ¬àŽ»àŽ»àŽ±àŽ¾, “giovane”)
          Zeus» il padre degli uomini e degli dei
               » sommo tra i potenti
               » che addensa le nubi
               » Cronide
          Poseidone» che scuote la terra
          Ermes» messaggero Arghifonte
          Achei» dai lunghi capelli
                » vestiti di bronzo
          Telemaco» simile ad un dio (epiteto dato spesso anche al padre, rimanda quindi ad una sua
                         caratterizzazione dell’indole, la bellezza è caratteristica necessaria per l’eroe)
                       » bello e grande (caratteristiche dell’eroe)
          Proci» prepotenti
               » superbi
               » sfrontati
          Tafi» che amano i remi
          Mente» figlio di Anchilao e re dei Tafi
          Zacinto» selvosa
          Itaca» irta di rocce
               » cinta dal mare
          Navi» veloci
          Nestore» chiaro
          Menelao» biondo
          Egisto» esperto di inganni
          Oreste» illustre
          Penelope» saggia (sottolinea si una sua caratteristica, ma risalta anche quella del figlio)
                     » questa sua saggezza sembra averla trasmessa anche al figlio dal fatto che, prima
                        di farlo parlare, Omero ripete sempre “rispose allora giudiziosamente Telemaco”
                     » chiara fra le donne (ad una donna bella è sempre associata la pelle chiara)
          Femio» divino cantore
          Antinoo» figlio di Eutip’te
          Eurimaco» figlio di Polibo
          Euriclea» fidata e buona
                    » figlia di Ope Pisenoride
                    » vecchia assennata