ORIGINI DELLA POLITICA CONTEMPORANEA – lo Stato

LO STATO
    Ha il monopolio totale della forza pubblica e della legge
» in una determinata area territoriale non ha concorrenti e solo lo Stato può imporre la propria volontà
» questo risultato si è ottenuto grazie alla centralizzazione del potere operata da Napoleone
    Amministrazione
» lo Stato moderno assunse la forma dello stato burocratico-amministrativo
» il sistema di potere tradizionale, caratterizzato dal controllo della nobiltà, viene sostituito dal potere
   legale, definito dal controllo di un ceto di funzionari-burocratici (i prefetti napoleonici) che garantiscono
   l’applicazione del potere esecutivo basato su norme di legge
» il funzionario aveva una formazione giuridica e il suo reclutamento sarà regolato sempre di più da criteri
   impersonali e da verifiche obiettive » l’amministrazione pubblica si dota di un personale tecnico
» essendo stipendiati direttamente dallo Stato non possono trarre vantaggi dall’esercizio della loro funzione
    Continuità amministrativa
» il potere non si fonda più sul carisma di un singolo individuo, ma è sempre in funzione anche quando
   cambia il governo » grazie alla burocrazia viene garantita comunque l’applicazione delle norme
    Utilizzo di nuove discipline scientifiche: la statistica
» la Francia si pose all’avanguardia nelle applicazioni della statistica » durante l’800 se ne dotano tutti
» la statistica è quella disciplina che descrive, con metodologie matematiche, l’andamento dei fenomeni
   sociali ed economici (es: popolazione, attività produttive…) fornendo allo Stato strumenti di conoscenza,
   previsione ed intervento » si attua principalmente attraverso lo strumento del censimento
    Applicazione del suffragio ristretto
    Lo Stato di diritto
» al momento culminante e finale della formazione dello Stato moderno corrispose l’avvio dei primi
   sistemi politici rappresentativi fondati sulla parità dei diritti civili e politici
» la rivoluzione francese aveva trasformati i sudditi in cittadini
» presupposto di tutte le forme di governo » spostamento del primato della sovranità dal solo principe
                                                                    » sviluppo di una costituzione
» costituzione: fissa i principi in base a cui devono essere formate le leggi, il rapporto tra Stato e cittadino..
                      » indica quali sono i diritti e i poteri dello Stato limitando la sua egemonia
                      » definisce il nuovo patto che regge una comunità e che fonda lo Stato
» Stato di diritto = ordinamento politico retto da una legge fondamentale (es: costituzione) basato sul
   principio della separazione dei poteri e sulla superiorità della legge su ogni forma di privilegio
» monarchia costituzionale rappresentativa = regime che riconosce la sovranità al popolo e ai suoi
   rappresentati che elegge attraverso un sistema elettorale
» monarchia amministrativa = regime privo di sistemi elettorali ma che riconoscevano il potere
   dell’amministrazione accanto a quello del sovrano; sono due le forme di governo principali
    Forme di governo
1.      monarchia costituzionale
» il capo dell’esecutivo è responsabile solo davanti al sovrano che lo ha nominato
» la sua base è la suddivisione netta dei tre poteri (esecutivo, legislativo, giudiziario)
2.      monarchia/governo parlamentare

» l’esecutivo risponde solo al Parlamento che viene eletto dal popolo (es: Inghilterra)