Per sperare bisogno aver ricevuto una grande Grazia – di Don Savino

Cos’ diceva il grande Pèguy all’inizio dell’900 quando le prospettive di quegli anni minacciavano fortemente la “spe­ranza” degli uomini.
E oggi?
Quanti motivi avremmo per non avere speranza! Non serve elencarli: li cono­sciamo fin troppo bene. Ma si può vivere senza speranza? La risposta la trovo nella vita del nostro popolo.
Quante famiglie continuano a testimonia­re – nel silenzio – una accettazione della vita dove il sacrificio maggiore non è una obiezione, ma un’occasione per esprime­re un amore più grande!
Quanti figli che aiutano e curano genitori anziani o ammalati con tanta cura e amo­revolezza; e quanti genitori fanno sacri­fici inimmaginabili per figli e nipoti per aiutarli a vivere!
Ma di tutto questo non parlano le TV o i giornali!
Tuttavia sono convinto che sulla faccia della terra non cessa mai di risplendere la luce di una testimonianza di un amore gratuito che è come una piccola fiammel­la; ma anche il più piccolo lumicino vince sempre qualsiasi buio.

Aiutiamoci a guardare queste fiammelle!
Articolo di don Savino pubblicato su Uno sguardo in Dergano, 2009