Piano di lavoro per il biennio


Geografia

Obiettivi

Obiettivi generali:
L’insegnamento della geografia, in considerazione dei più aggiornati orizzonti metodologici ed epistemologici, si segnala come momento di grande valore formativo le cui peculiari finalità sono riassumibili nei seguenti punti:
à¢â‚¬¢ educazione all’ osservazione precisa e puntuale della realtà esterna e presa di coscienza delle problematiche connesse alla gestione dell’ ambiente
à¢â‚¬¢ fondazione delle categorie di ambiente esterno ed interno a sé ed illustrazione delle interrelazioni fra le due
à¢â‚¬¢ rispetto dell’ ambiente naturale come luogo in cui si manifesta la vita dell’ individuo
à¢â‚¬¢ accostamento critico e responsabile alle tematiche dell’ organizzazione del territorio
à¢â‚¬¢ comprensione delle realtà differenti al fine di maturare opinioni personali e formulare giudizi critici e motivati
à¢â‚¬¢ individuazione delle affinità e delle diversità nelle strutture sociali delle realtà italiane, europee e mondiali per consentire l’acquisizione dell’ idea di tolleranza e di differenza intesa come ricchezza

Obiettivi specifici:
à¢â‚¬¢ capacità di utilizzo dei minimi strumentali: corretto uso dell’ atlante geografico come basilare mezzo operativo
à¢â‚¬¢ acquisizione della terminologia specifica del linguaggio geografico
à¢â‚¬¢ capacità di lettura ed interpretazione dei dati statistici e delle tabelle
à¢â‚¬¢ conoscenza della realtà attraverso l’osservazione dei fenomeni.
à¢â‚¬¢ giungere alla comprensione del particolare, avvalendosi di processi di analisi e sintesi, attraverso la cognizione dei meccanismi generali
à¢â‚¬¢ facoltà di ragionare tramite la strutturazione e l’utilizzo di mappe concettuali
à¢â‚¬¢ capacità di intendere la geografia come scienza del paesaggio, ossia come disciplina che studia e comprende la realtà effettuale dell’ ambiente valutando anche i processi storico-economici che l’hanno determinata

Contenuti

In considerazione delle direttive ministeriali, ma sempre tendendo presenti le peculiarità ed i ritmi del gruppo classe, si affronteranno le seguenti tematiche, dando più o meno spazio all’uno o all’altro degli argomenti e/o operando tagli ed integrazioni in base alle specifiche esigenze didattiche ed all’interesse manifestato:

à¢â‚¬¢ rapporto uomo/ ambiente/risorse nel suo divenire storico – geografico
à¢â‚¬¢ i concetti di risorsa e sviluppo nelle sue differenti accezioni (sociale, economico, politico, etc.); gli equilibri e gli squilibri del sistema mondo
à¢â‚¬¢ il concetto di sistema
à¢â‚¬¢ territorio economia e società: dal microsistema al macrosistema
à¢â‚¬¢ rapporto uomo/paesaggio, intendendo quest’ultimo come il prodotto dell’ interazione fra ambiente naturale ed azione umana nelle sue varie manifestazioni
à¢â‚¬¢ le dinamiche umane: demografia, insediamenti, flussi migratori
à¢â‚¬¢ le comunicazioni: la rivoluzione informatica e telematica e le sue frontiere; la contrazione delle dimensioni spazio e tempo
à¢â‚¬¢ la globalizzazione: analisi del fenomeno, delle sue cause, delle sue implicazioni, delle sue conseguenze, etc.

Metodi

Ogni argomento sarà introdotto da una lezione puntuale dell’ insegnante che avrà già letto il capitolo e/ o i paragrafi del libro di testo relativo all’ oggetto della lezione. Gli allievi sapranno cos’, almeno nelle linee generali, di che cosa tratterà l’unità didattica e quindi focalizzeranno la loro attenzione sugli snodi del discorso piuttosto che sui semplici fenomeni o concetti trattati.

Strumenti

Per il conseguimento degli obiettivi stabiliti si farà utilizzo di ogni strumento
reputato utili e proficuo:
à¢â‚¬¢ libro di testo, come strumento privilegiato di studio
à¢â‚¬¢ atlante geografico e carte tematiche
à¢â‚¬¢ materiale integrativo fornito dall’insegnante a seconda delle specifiche
à¢â‚¬¢ esigenze di approfondimento.
à¢â‚¬¢ eventuali sussidi didattici (audiovisivi, Internet)

Prove di verifica

à¢â‚¬¢ sia nel primo che nel secondo quadrimestre, non meno di due interrogazioni orali, completate dalle eventuali prove strutturate o semistrutturate di cui al punto seguente
à¢â‚¬¢ prove scritte svolte in classe in un’ unità oraria, strutturate o semistrutturate, valevoli come completamento della valutazione orale