POSEIDON/ ZEUS – scultura greca

POSEIDON


    Movimento
   » non si sa cosa tenesse in mano, se un fulmine (in tal caso 
     ÃƒÆ’ƒÂ¨ Zeus) o una fiocina (Poseidone)
   » corpo è organico nel movimento, organi si corrispondono
   » prima raffigurazione totale di un movimento
   » gambe sono state sbloccate dalla loro solita posizione
      frontale, ma sono totalmente divaricate
   » una gamba è frontale, l’altra girata (parti del corpo sono
      indipendenti, non tre blocchi divisi come l’Auriga)
   » rappresentazione di due movimenti diversi nello 
      stesso momento: carico e lancio
   » riassunto del movimento iniziale e finale in un unico
   » piede destro è alzato in punta come per lanciare
   » piede sinistro ha il tallone a terra come per caricare
   » tentativo di mettere in relazione l’uomo con lo spazio e il
      movimento, viene sottomessa la tensione alla perfezione
    Volto
   » barba era l’unica caratteristica che distingueva un adulto
      da un giovane (kouros non hanno mai la barba)
   » gli dei sono quindi quasi tutti raffigurati con barba
   » capigliatura molto elaborata secondo riccioli diversi tra di
      loro ma molto curati fino al dettaglio
    Peso
   » il peso della figura non poggia su nessuno dei due piedi
   » artista costretto ad allungare smisuratamente le braccia
   » bilanciamento del peso costa una visione innaturale