Progettare un laboratorio

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Il laboratorio ha natura:

 

  • Interdisciplinare: laboratorio di PITTURA E MANIPOLAZIONE.

Modalità didattica privilegiata:

  • Creatività ed espressione: favorire l’interazione con gli altri, la fiducia in se stessi e nelle proprie capacità anche attraverso l’uso di linguaggi alternativi a quello della parola, nel rispetto dell’individualità e dei tempi di ciascuno

Tematica interdisciplinare affrontata:crescita e maturazione globale del bambino. Saranno utilizzati il “corpo” e lo “spazio” per comunicare, scoprire e conoscere attraverso stimoli sensoriali, oggetti e materiali diversi. Saranno proposte situazioni di attività – gioco attraverso l’approccio libero, valorizzandoli come momenti forti nell’ambito dell’itinerario educativo.

Conoscenze e abilità implicate

Conoscenze teoriche di base: conoscenza  delle “Indicazioni Nazionali” (D.L. 59/04) nelle quali si sottolinea l’importanza dello sviluppo globale del bambino, del consolidamento delle abilità sensoriali, percettive, motorie. Linguistiche e intellettive in genere, anche attraverso pratiche laboratoriali.

Abilità implicate:

–          conoscenza della qualità della materia;

–          possibilità di manipolare, impastare, toccare e lasciare tracce, immergendosi nei molteplici stimoli sensoriali;

–          scoprire e creare;

–          conoscere i colori fondamentali;

–          l’affinamento della motricità fine.

Fasi di articolazione delle attività:

Libera espressione emotivo – corporea:

–          gioco corporeo e manipolazione libera di materiali diversi: farina, creta, sale…

–          proposta, scelta e mescolanza dei colori con i quali realizzare il proprio manufatto;

–          attività creativa vera e propria: l’alunno crea e dipinge i propri oggetti.

Tempi di impegno settimanale:

due volte alla settimana per la durata di un’ora e mezza nel secondo quadrimestre.

 

Tempi di sviluppo complessivo del progetto (con riferimento alle fasi):

Prima e seconda fase: gennaio/febbraio/marzo

terza fase: aprile/maggio

Modalità di raggruppamento degli alunni (ed eventuale assegnazione dei compiti):

 

  • Gruppi interclasse: gruppi intersezione. I bambini saranno raggruppati per età (6 anni) e ogni gruppo sarà composto da  un numero non superiore alle  10 unità.

 

Materiali necessari: materiali comuni (giornali, contenitori di diverse misure, stampini, bicchieri di plastica…) e materiali specifici (farina, creta, colori, sale…)

 

Strumenti e tecnologie: macchina fotografica e videocamera per documentare l’esperienza.

Docenti responsabili ed eventuale organizzazione dei compiti:

docenti di sezione.

Modalità e criteri di accertamento e valutazione delle competenze:

osservazioni in itinere, che terranno conto di:

–          interesse e partecipazione;

–          cooperazione e collaborazione;

–          tempi di concentrazione ed esecuzione.

Organizzazione degli spazi:

 

Arredo essenziale: spazio libero da arredi, eccetto due grandi tavoli dove sistemare il materiale necessario.

  • Disposizione degli arredi e degli spazi: sarà utilizzata l’aula di pittura

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: