Progetto urbanistico di Brasilia

Ricerca di geografia di Andrea Osorio Arce, Tinku Poggi, Simone Specchio e Marianna Diterlizzi

Il piano urbanistico realizzato da Lùcio Costa stabilisce quali zone devono essere residenziali, quali commerciali, quali banchiere, quali ospedaliere.
Alla base del progetto della città c’era una semplice croce che si dovette adattare alla topografia del luogo e la città assunse la forma di un aeroplano.
La fusoliera dell’aeroplano contiene i ministeri, gli edifici governativi, il Senato e la Camera dei Deputati e una futuristica cattedrale, progettata da Oscar Niemeyer.
Le ali dell’aeroplano sono chiamate Ala Nord e Ala Sud.
Il viale che si trova fra il lago e le ali è chiamato L4 Sul o L4 Norte, a seconda dell’ala.
Le aree residenziali sono costituite da blocchi Fra il quale sono situate scuole e chiese per i residenti.
A Brasilia sono stati presi poco in considerazione i pedoni. La città fu progettata durante l’avvento dell’età dei motori: nel piano originale non vi erano semafori
La soluzione adottata dalla città è stato il tracciamento di migliaia di strisce pedonali su tutte le strade. Recentemente è stata costruita una metropolitana
Un’altra critica è il dislocamento dei residenti poveri in città satelliti troppo lontane.
Abitanti di queste città satellite vivono in condizioni inferiori rispetto a quelle del progetto-pilota a causa della politica abitativa adottata dal Governatore che ha attratto verso la capitale molti abitanti di regioni povere del paese in cambio di una piccola tenuta, affollando il territorio del Distretto Federale.