Programma di matematica PNI biennio

Piano Nazionale di Informatica

con elementi di informatica

1) OBIETTIVI DISCIPLINARI:

CONOSCENZE:

Lo studente deve conoscere:

definizioni, teoremi fondamentali dell’analisi;

terminologia scientifica e lessico specifico;

applicazioni immediate del calcolo differenziale e integrale.

 

COMPETENZE:

Lo studente deve essere in grado di:

esporre con appropriata terminologia i teoremi fondamentali dell’analisi;

applicare i teoremi per la  risoluzione di semplici esercizi;

leggere, analizzare e interpretare i testi e i problemi proposti;

adoperare gli strumenti propri della matematica per ordinare i concetti deduttivamente.

 

CAPACITA:

Lo studente deve essere capace di :

scegliere autonomamente il metodo più idoneo alla risoluzione dei problemi proposti;

analizzare criticamente, sintetizzare e sa guardarsi da facili e false deduzioni;

collegare i contenuti disciplinari ad altre discipline.

 

2) Contenuti

     

      I  quadrimestre

·         Equazioni irrazionali;

·         disequazioni con modulo e irrazionali;

·         insiemi e operazioni con essi;

·         funzioni;

·         richiami e approfondimenti di geometria analitica: punti e rette;

·         circonferenza e parabola;

·         informatica:ripasso  del Turbo-Pascal; iterazione.

 

 

II quadrimestre:

·         Ellisse e iperbole;

·         goniometria e trigonometria.

·         Informatica: procedure e funzioni

 

 

3)Obiettivi minimi

·         Conoscere gli aspetti teorici.

·         Usare correttamente i simboli matematici.

·         Utilizzare un linguaggio specifico corretto.

·         Saper risolvere disequazioni algebriche.

·         Conoscere i concetti base della geometria analitica, della goniometria e della trigonometria e saperli applicare a problemi semplici.

·         Saper realizzare semplici programmi utilizzando le strutture fondamentali del Pascal.

 

 

4)Metodo di lavoro

·      Lezione frontale per introdurre teoricamente l’argomento partendo, se possibile, dall’ampliamento di conoscenze già  acquisite, per stimolare i ragazzi a formulare semplici ipotesi da verificare insieme.

·      Qualora possibile, si seguirà  un approccio di tipo problematico: dall’analisi di una data situazione l’alunno sarà  portato a formulare un’ipotesi di soluzione, poi a ricercare il procedimento risolutivo mediante  il ricorso a conoscenze già  acquisite e, infine, a inserire il risultato ottenuto in un quadro organico preciso.

·      Esercitazioni di graduata difficoltà  svolte insieme alla lavagna, assegnazione di esercizi da svolgere a  casa e successiva correzione di quelli che hanno comportato maggiori difficoltà .

·      Discussione in classe delle eventuali difficoltà  incontrate nello studio.

·      Uso del laboratorio informatico nel modo seguente:

      utilizzo del Turbo Pascal per la traduzione di procedure di risoluzione di problemi matematici.

·         Sarà  anche utilizzato il laboratorio multimediale, nel quale si potranno utilizzare il videoproiettore per le lezioni e software di matematica già  predisposto per far esercitare gli studenti servendosi delle nuove tecnologie.

 

 

 

5) Strumenti

·         Libro di testo

·         Laboratorio di Informatica

·         Laboratorio multimediale

 

 

6) Attività  di ampliamento dell’offerta formativa

 

·      Giochi di Archimede per gli studenti che vorranno parteciparvi e Olimpiadi di Matematica per coloro che si sono meglio classificati

·      Gara di Matematica Matematica senza frontiere” per tutta la classe.

 

 

7) Programmazione dell’attività  di recupero

    La prima forma di recupero avviene in itinere attraverso lo studio più intenso e/o lo svolgimento di esercizi aggiuntivi indicati dall’insegnante e successivamente discussi in classe. Per sanare situazioni più gravi, si rimanda agli I.D.E.I. nelle forme stabilite in sede di Collegio Docenti.

  

 

 

8) Tecniche di verifica

 

·      Prove scritte : almeno tre per ogni quadrimestre

·      Prove orali : almeno una per ogni quadrimestre, integrata da almeno un test o questionario.

 

 

9) Criteri di valutazione

 

Nella valutazione dei processi di apprendimento e dei risultati ottenuti o mancati si terrà  conto dei seguenti aspetti culturali:

 

1.1 conoscenza dei contenuti

1.2 comprensione dei contenuti

1.3 capacità  di inserirli nel quadro specifico

1.4 capacità  di applicare quanto studiato alla risoluzione di problemi standard

1.5 esposizione ordinata ed espressione tecnicamente corretta

1.6 capacità  di collegare autonomamente le varie conoscenze.

1.7 capacità  di applicare quanto studiato alla risoluzione di problemi più complessi e articolati  

1.8 capacità  di rielaborare e applicare autonomamente le conoscenze.

 

La valutazione delle prove specifiche riterrà  raggiunti gli obiettivi a livello:

– molto insufficiente: nessun punto è individuato ( voto: 1-3 );

– insufficiente: debolezze nei punti 1.1, 1.2, 1.3, 1.4, 1.5 (voto: 4-5 );

– sufficiente: punti 1.1, 1.2,1.3, 1.4, 1.5 ( eventualmente con qualche debolezza ) (voto:6-6.5 );

– discreto: sufficiente più punti 1.5, 1.6 ( voto: 7-7.5 );

– buono: discreto più punto 1.7 ( voto: 8-8.5 );

– ottimo: buono più punto 1.8 ( voto: 9-10) in base alla difficoltà  e alla completezza degli esercizi e alle strategie di risoluzione adottate ).

 

Per quanto riguarda i compiti scritti, essi saranno strutturati in esercizi e/o domande di graduata difficoltà , con lo scopo di verificare gli obiettivi esposti nella griglia precedente. Agli alunni verranno fornite informazioni relativamente a cosa è richiesto per il raggiungimento della sufficienza e della valutazione massima nella prova specifica.

  

La valutazione globale terrà  conto anche dei seguenti aspetti didattici:

·      attenzione vivace e costante in classe e costruttività  degli interventi

·      grado di sollecitudine nellespletamento dei propri doveri scolastici

·      tecniche di comunicazione nella classe per favorire un dialogo produttivo.