Rembrandt

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

la luce che diventa oro

di Laura Alberico

Lezione di anatomia del dottor Tulp

Pittore- incisore o “peintre-graveur”  l’arte di Rembrandt ha lasciato un solco profondo nel fertile suolo del periodo artistico fiammingo. Dicono che il difetto visivo di cui era affetto rendeva maggiormente reale la tridimensionalità delle sue opere e che la anomala messa a fuoco dei soggetti rappresentati sia una caratteristica che aggiunge un tocco di unicità e realismo pittorico alle scenografie dell’epoca. Immerso in un periodo storico pieno di evocazioni mistico-religiose e allegoriche l’estro di Rembrandt riuscì a concretizzare  anche lo spirito di ricerca di quel periodo nella famosa tela “Lezione di anatomia del dottor Tulp (1632)”. I personaggi sono  illuminati spesso da una luce prospettica centrale che rende espressioni e gesti una dinamica spinta all’azione e al movimento. Ed è proprio in questa caratteristica che lo stile di Rembrandt  si avvicina al luminismo e realismo di Caravaggio e Carracci. Gli storici definiscono il periodo artistico di Rembrandt “ l’età dell’oro olandese”.  Guardando le sue opere sembra quasi di assistere a una rappresentazione storica: costumi e scenografie in cui i personaggi, come su un palcoscenico manifestano intensità ed espressività interiore, una luce che emerge a dissipare e a sconfiggere il buio come nella famosa “Ronda di notte”( 1642).

Laura Alberico

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: