Riva Ligure

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Dettato per la classe seconda elementare

di Maria Paola Viale

L’antico nucleo si era sviluppato sul mare, con le case quasi sulla spiaggia, anche se la sua pieve, un tempo intitolata a San Maurizio, è considerata il monumento più importante della zona. Per secoli, Riva Ligure si trovava più arretrata rispetto alla linea di costa, sotto l’attuale Aurelia.
Il comune di Riva si estende per soli due chilometri quadrati su un tratto lungo di costa. I nuovi agglomerati si sono quindi “arrampicati” all’interno verso i confini con il comune di Pompeiana .
Da un manoscritto dei primi del Seicento risulta che Riva fu distrutta dai pirati di Dragut nel millecinquecento e i suoi giovani furono fatti prigionieri. Questo avvenimento fu catastrofico per le speranze dei Rivesi. La sua economia si basa, soprattutto con la coltivazione dei fiori. Essi sono: crisantemi, lilium, garofani e le serre occupano una percentuale di spazio veramente notevole.
L’industria, a parte quella edilizia, è quasi nulla mentre il terziario rivese assorbe anche le esigenze dei comuni vicini più piccoli. Tra le chiese erge la parrocchiale di San Maurizio, che è ubicata presso il centro storico e la sua costruzione fu decisa per porre rimedio all’insufficienza del precedente edificio, oggi santuario della Madonna del Buon Consiglio.
Tra le attività più redditizie prevale il turismo; sono pochi gli esercizi alberghieri ma è fiorente il settore delle seconde case.

Pubblicità

Paola Viale

Insegnante di scuola primaria in Liguria

shares