Scandali

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Il dandy nell’antichità e nell’età moderna

Figure di letterati scandalosi per la società in cui vivevano

Scandali in letteratura da Ovidio a Oscar Wilde

Spregiudicatezza e temi scabrosi nelle opere letterarie

 

Ci sono stati, nella storia della letteratura, personaggi che hanno scandalizzato per il loro anticonformismo e per gli argomenti trattati nelle loro opere.

 

LATINO

·        Il poeta latino Ovidio diede scandalo alla sua epoca, sia per la composizione del libro Ars amatoria, sia per le licenziosità nei rapporti. Per questi motivi fu esiliato per dieci anni a Tomi, dove scrisse le sue ultime opere, tra cui le elegie denominate Tristia.

·        Petronio, con il suo modo di essere, rappresenta quasi un modello di dandy ante litteram. Egli dorme di giorno e di notte si dedica ai piaceri. Scrive un libro, il Satyricon, in cui l’omosessualità e il priapismo compaiono senza remore. Possiamo immaginare che reazione può aver avuto una tale testo, in una società moralista come quella romana.   

 

ITALIANO

·        Ugo Foscolo fece parlare molto di sé, soprattutto nei salotti veneziani della fine del secolo, per i suoi rapporti amorosi con donne molto più anziane di lui

·        Gli artisti scapigliati riempirono le cronache milanesi, negli anni intorno al 1860, delle loro imprese anticonformiste (es. uso dell’oppio, ecc…).

·        D’Annunzio, con la sua vita ricca di imprese amorose e politiche (studia tutta la sua biografia), era sempre sulle prime pagine dei giornali dell’epoca, sin dalla più giovane età. A 19 anni fu coinvolto nel primo scandalo amoroso e fu costretto a sposarsi, ma questa fu solo la prima di una lunga serie di relazioni, tra le quali quella con Eleonora Duse.

 

INGLESE

·        Oscar Wilde was born in Dublin in a well-to-do family. He won a scholarship to a college in Oxford, where was soon influenced by the ideas of Walter Pater (the theoretical father to English Aestheticism) and of John Ruskin, becoming a real aesthete (lover of beauty). He moved to London, where he soon became an able conversationalist with a witty personality, living an extravagant and dissolute kind of life as a typical “dandy” (just like D’Annunzio in Italy) He was the most important representative of English Aesthetism (or Decadent movement) and he was also invited in the United Sates to give some lectures. His kind of life and the themes of his literary works, in which he criticised very hard the lack of values and the conventions of the upper classes, were considered very immoral: in fact he lived during the Victorian Age, at the end of the 19th century, in which the society was based on respectability; therefore, after a scandal (he was accused of having an homosexual relationship)he was imprisoned in reading. At the end of his life, after that period in prison, he was a broken man. He moved to France, where he lived in a sort of social exile, under the name of Sebastian Melmoth, without money and friends. He died in 1900, when he was 46 years old. Read The portrait of Dorian Gray

 

FRANCESE

·        Baudelaire scandalizzò la società del suo tempo sia con i suoi comportamenti amorali e con i suoi vizi, sia con le sue opere (I fiori del male)

 

TESINE CORRELATE

http://www.atuttascuola.it/wp-content/uploads/2019/01/la_tesina-9.jpg (8864 byte)Emarginazione, Integrazione artista-società (si trovano tutte nel libro  “La tesina” edito da Bignami con 100 TESINE, a soli 8 EURO. Chiedilo nelle librerie o compralo  on-line).

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: