Siglata ipotesi contratto ATA

Sharing is caring!


resoconto della CISL

Personale ATA. Posizioni economiche: distribuzione delle risorse non utilizzate

Siglata l’Ipotesi di CCNI

CISL – 9 dicembre 2009

L’intesa raggiunta fra Organizzazioni Sindacali e MIUR (l’Ipotesi di CCNI è stata siglata giovedì scorso, 3 dicembre) prevede che la somma non utilizzata a causa dello slittamento dei tempi di attivazione delle procedure per il conferimento delle posizioni economiche ex art. 50, CCNL – pari a 45,21 milioni di euro – sia erogata come una tantum al personale ATA in servizio nell’anno scolastico 2008/09 (con contratto a tempo indeterminato o su supplenza annuale ovvero fino al termine delle attività didattiche).

Per il personale a tempo determinato il compenso spetta a condizione che il contratto non sia stato risolto anticipatamente. La somma corrisposta – che ovviamente risulta dalla divisione tra le risorse disponibili e le unità di personale in servizio – è pari ad € 180,08; il personale con rapporto di lavoro part time ne fruirà in misura proporzionalmente ridotta, tenuto conto dell’orario di servizio.

L’accreditamento delle somme avverrà attraverso i ruoli di spesa fissa; eventuali residui per mancato utilizzo delle risorse saranno oggetto di successiva destinazione.

Nel corso della trattativa è stata registrata una diversità di vedute tra Amministrazione ed Organizzazioni Sindacali sulle tipologie di personale ATA da beneficiare: da un lato i sindacati hanno sostenuto che l’attribuzione doveva riguardare, senza distinzione alcuna, tutto il personale; dall’altro l’Amministrazione ha evidenziato serie perplessità, anche di natura tecnica, sui supplenti temporanei

shares