Umberto Boccioni

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Ed. all’immagine – Tesina Esame Scuola Media

a cura di Maria Paola Viale

Umberto Boccioni 
 

 

(Reggio Calabria 1882 – Verona 1916) è un pittore e scultore italiano. È stato il maggior rappresentante italiano del Futurismo artistico, al quale contribuì anche come teorico. Nel 1901 si trasferì a Roma, dove, incontrandosi con Severini, frequentò insieme lo studio di Balla, che gli fu maestro di naturalismo divisionista. Dopo soggiorni a Parigi, in Russia, a Padova e a Venezia si trasferì nel 1907 a Milano. Qui accentuò l’interesse psicologico per l’immagine, diede una prima formulazione della sua teoria sullo studio dello stato d’animo e si impegnò in uno studio diretto della “moderna società industriale”.  ( 1907-10 Ritratto della madre, Ritratto della pittrice Adriana Bisi Fabbri ).

I suoi concetti di dinamismo e di simultaneità derivano da una diretta e originale lettura ed interpretazione della filosofia di Bergson.

Boccioni firmò nel 1910  il manifesto tecnico della pittura futurista . Da questo momento la storia della sua arte coincide con la storia del Futurismo. La prima grande opera situata all’inzio di questo periodo è la Città che sale ; subito dopo dipinse opere in cui sono realizzate le idee futuriste della compenetrazione dinamica dei piani, della costruzione basata sulle linee di forza che determinano l’unità spaziale tra oggetto ed ambiente. ( Visioni simultanee, la risata , Quelli che vanno, Quelli che restano.)

Pubblicità
Paola Viale

Paola Viale

Insegnante di scuola primaria in Liguria

Un pensiero riguardo “Umberto Boccioni

I commenti sono chiusi

shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: