Un nuovo catetere

Un nuovo catetere

di Giuseppe Tizza

Relazione del Dr. Vinciguerra

Roma – C.T.O. Andrea Alesini – Unità spinale

La proposta del signor Giuseppe Tizza è GENIALE.

Descrizione del tipo di catetere realizzato da Giuseppe Tizza per migliorare il Cateterismo Vescicale Intermittente (CVI).

Se il risultato di un eventuale studio controllato fosse anche minimamente aderente alle aspettative della proposta, sarebbe un notevole passo in avanti del già collaudato CVI e un grande avanzamento non nella tecnica, che rimarrebbe la stessa, ma nei materiali per un miglior CVI.

La base su cui si fonda la proposta di Giuseppe Tizza è una ipotesi giusta dal punto di vista strettamente tecnico, idraulico, e assolutamente geniale dal punto di vista innovativo, difatti nessuno prima ha posto questa ipotesi.

La premessa fondamentale è che la salute di tutto l’apparato urinario si base sul principio che l’Urina viaggia dal Rene, che la produce, al Meato urinario esterno in unica direzione Rene – Vescica – Meato urinario esterno.

Questa unidirezionalità assicura la vita dell’apparato urinario, che dura e non ammala fintantochè non presenta reflussi.

La unidirezionalità dell’Urina svolge due funzioni entrambe essenziali:
portare l’urina , con tutti i suoi cataboliti, all’esterno del corpo umano: minzione
lavaggio dell’ultimo tratto urinario, uretra, tratto sicuramente più soggetto a contaminazione

il CVI tradizionale rappresenta una buona soluzione per la prima funzione, la minzione, mentre abolisce pressochè completamente la seconda funzione, quella di lavaggio dell’uretra.

La proposta di Giuseppe Tizza va a correggere, per il momento solo in teoria, questa situazione iatrogena, ripristinando almeno in gran parte il flusso minzionale, che espleta la funzione fisiologica di lavaggio dell’uretra.

Va programmato uno studio controllato in doppio ceco per valutare se la teoria proposta è avvalorata da una reale riduzione, statisticamente significativa, delle infezioni urinarie nel gruppo di studio rispetto al gruppo di controllo.

A breve i cateteri saranno disponibili

Pino Tizza