Una barca nel bosco


Paola Mastrocola

Relazione di narrativa di Antonio Daddato

classe 1aI – a. s.  2007-2008

Titolo

Perché il protagonista,  Gaspare Torrente,  arrivando dalla sua isola in Piemonte si sente già  molto a disagio,  poi,  arrivando a scuola non si trova a suo agio perché non parlava mai con nessuno,  non discuteva,   in pratica non aveva amici.  Difatti la Zia Elsa gli dirà  diverse volte,   come sottolineato dal protagonista:Sembri una barca nel bosco.

Riassunto

Il protagonista,  Gaspare Torrente,  un ragazzo di circa 14 anni,  si trova in una situazione piuttosto spinosa. Vive in un’isola che lui reputa sempre sperduta,  (neanche identificata dalla mappa geografica)deve partire per il Piemonte perché deciso a studiare,  quindi deve lasciare il padre li e difatti ripeterà  spesso la mancanza del padre in certe circostanze. Una volta arrivato in Piemonte incomincia ad andare a scuola. La definizione per lui della scuola superiore era che fosse una scuola dura,  difficile da intraprendere e invece era tutt’altro. Si trovò a fare delle cose che lui reputava vecchie ed inutili,  ma non diceva niente a proposito perché vedeva che i suoi compagni erano molto felici della situazione. Gaspare si sentiva a disagio anche quando,  prendeva bei voti e tutti lo guardavano male. Gaspare s’incominciò a stancarsi di questa situazione e incominciò ad atteggiarsi come tutta la sua classe. Gli anni passano e Gaspare si laurea su “Rutil’io Naminziano”, cosa che poi lui si pentirà  perché inutile. Riincontra Furio detto l’avulso(perché era in un suo mondo)che alle superiori era molto amico di Gaspare. Gli propose un lavoro ma Gaspare rifiutò e rimase da solo, con le sue piante che coltivava con amore(dato che tutti i suoi cari erano morti) e continuò la sua vita da semplice barista.

Tempo

L’arco di tempo in cui si ambienta la vicenda è da i suoi 14 anni fino a dopo i 20 anni, dopo la laurea.

Protagonista

Gaspare Torrente è un ragazzo molto chiuso dentro se stesso, pieno di domande a cui su alcune,non avrà  risposta.I ritratti fisici dovrebbero essere i seguenti:Magrolino,non molto forzuto ed alto.

Altri personaggi

I personaggi in ordine di apparizione nel romanzo che hanno diciamo “cambiato” un po’ la storia di Gaspare sono:

Masonti:ragazzo che frequentò le superiori con Gaspare e che gli insegnò ad essere uno del “branco”

Madame Pilou:Una signora che fece studiare,sull’isola a Gaspare,molto approfonditamente il latino

Logatto:Una psicologa che aiuta Gaspare a risolvere i suoi problemi con la scuola

Furio:Furio è il migliore amico di Gaspare…e forse anche l’unico
con cui si sa rapportare,di cui parla sempre dei suoi segreti e delle
sue cose più intime

Esempi di focalizzazione interna (io narrante)

A me è parso all’inizio del libro,perché li Gaspare esterna tutto il suo disappunto per l’inizio della scuola

Antonio Daddato