Una canzone su Marco Lombardo (Purgatorio XVI): Libero arbitrio” di Luigi Gaudio

Sharing is caring!

Libero arbitrio

Purgatorio XVI

Intro LAm  MIm   LAm   MIm   FA SOL  DO

LAm  MIm   LAm   MIm

Voi che vivete ogne cagion recate

FA                     SOL              DO
pur suso al cielo, pur come se tutto
LAm  MIm   LAm   MIm

movesse seco di necessitate. 69

FA                     SOL              DO
Se così fosse, in voi fora distrutto
FA                     SOL              LAm
libero arbitrio, e non fora giustizia
FA                     RE              SOL
per ben letizia, e per male aver lutto. 72

FA                     SOL              MIm   LAm
Lo cielo i vostri movimenti inizia;
FA                     SOL              DO DO7

non dico tutti, ma, posto ch’i’ ’l dica,
FA                     SOL              MIm   LAm
lume v’è dato a bene e a malizia, 75

FA                     SOL              DO DO7

e libero voler; che, se fatica
FA                     SOL              LAm
ne le prime battaglie col ciel dura,
FA                     RE              SOL
poi vince tutto, se ben si notrica. 78

A maggior forza e a miglior natura
liberi soggiacete; e quella cria
la mente in voi, che ’l ciel non ha in sua cura. 81

Però, se ’l mondo presente disvia,
in voi è la cagione, in voi si cheggia;
e io te ne sarò or vera spia. 84

Esce di mano a lui che la vagheggia

prima che sia, a guisa di fanciulla

che piangendo e ridendo pargoleggia, 87

l’anima semplicetta che sa nulla,

salvo che, mossa da lieto fattore,

volontier torna a ciò che la trastulla. 90

[…] Sim FA#m  Sim FA#m

Di picciol bene in pria sente sapore;

quivi s’inganna, e dietro ad esso corre,

se guida o fren non torce suo amore. 93

Onde convenne legge per fren porre;

convenne rege aver, che discernesse

de la vera cittade almen la torre.

Ben puoi veder che la mala condotta
è la cagion che ’l mondo ha fatto reo,
e non natura che ’n voi sia corrotta. 105

Soleva Roma, che ’l buon mondo feo,
due soli aver, che l’una e l’altra strada
facean vedere, e del mondo e di Deo.

shares