Lungo l’Affrico nella sera di giugno dopo la pioggia di Gabriele D’Annunzio