Annunciazione di Simone Martini

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Analisi dell’opera

di Mariasole Barbaglia

Dati formali:

– dipinto trittico

– 2,  65 x 3,  05 m

– dipinto a tempera su tavola lignea

– 1333 a Siena

– Simone Martini e Lippo Memmi

– L’annunciazione

– Originariamente nella chiesa di S. Ansano a Siena e ora esposta agli Uffizzi di Firenze.  Stato di conservazione buono.

 

Analisi formale: 

–          Linea sinuosa con funzione decorativa. 

–           Domina il colore oro ad indicare la dimensione ultraterrena.  La Madonna ha un vestito rosso segno di passione e umanità,   e un manto blu segno di spiritualità; inoltre essa è seduta su un trono come una regina. 

–          Maria è timida e schiva,   raffigurata nell’atto di ritrarsi turbata con un gesto scontroso delle spalle e del braccio destro,   con il quale sembra che cerchi di coprirsi il volto.  Il manto ancora gonfio daria dell’angelo è indice del fatto che lAngelo è appena giunto da Maria.

Analisi compositiva:

–        Nell’opera gli elementi sono collocati secondo una precisione nello spazio.  Tuttavia il pavimento e lo sfondo appaiono quasi verticali.  Lo spazio è reso dal trono disposto obliquamente.

–        Al centro sono rappresentati Maria (a destra) e l’arcangelo Gabriele (a sinistra).  Tra LAngelo e Maria ,   appoggiato sul pavimento,   è posto un vaso di gigli e in alto,   sopra essi,   si nota la colomba,   circondata dai cherubini.  Nelle due scene laterali sono rappresentati S.  Ansano e S.  Margherita.  Su ogni cuspide ci sono tondi raffiguranti i quattro evangelisti mentre nel tondo della cuspide centrale era presente,   il tondo raffigurante Dio.

–        Vi è un asse verticale al centro,   che collega il tondo raffigurante il Padreterno,   la colomba e  il vaso con i gigli.  Le diagonali convergono nel punto di fuga (il vaso di gigli) partendo dalla testa di Maria e dell’Angelo.

Analisi iconografica:

–        Nell’opera è rappresentata l’annunciazione a Maria da parte dell’Arcangelo Gabriele.

–        Genere sacro

–        Immagine sacra con elementi simbolici

–        Le ali dellangelo si possono ricondurre alle ali del pavone che rappresenta limmortalità; Lolivo,   che è in mano all’Angelo,   rappresenta la pace che viene portata con quellannuncio; Il giglio,    potrebbe essere il simbolo della città di Firenze  oppure,  più probabilmente,   rappresenta la castità e la purezza della Madonna.  La colomba rappresenta lo spirito santo. 

–        Medioevo

–        Stile gotico transalpino

–        Commissionata dalla chiesa di S.  Ansano

–        Opera rivolta ai fedeli della chiesa

–        Comunica l’annuncio di Cristo agli uomini e coloro che lo accolgono,   seguendo e osservando Maria,   potranno raggiungere il Padre

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: