Articolo di giornale


tipologia B – compito scritto di italiano esame di stato

di Fabrizia Di Pietro

L’articolo di giornale è una tipologia testuale tratta da uno dei settori più significativi della cultura moderna, il giornalismo, ed ha come scopo l’informazione per contribuire in maniera determinante alla diffusione delle conoscenze. Esso si articola in diversi sottogeneri:

. articolo di cronaca: è un testo prevalentemente informativo con inserti di parti narrative o descrittive. Si distinguono articoli di cronaca:

   . politica

   . nera (su vicende delittuose o cruente)

   . rosa (su eventi mondani o sentimentali)

   . bianca (su vicende quotidiane, della vita civile)

   . giudiziaria (su processi, indagini, vicende giudiziarie in gnere)

   . sportiva (su avvenimenti e specialità sportive)

   . economica (sulla vita economica)

   . scientifica (su fatti rilevanti della comunità scientifica)

La notizia è scandita in paragrafi con un linguaggio chiaro; è nettamente separata dal commento in modo da non limitare la libertà di giudizio del lettore sul fatto trattato

. articolo dopinione: ha come scopo prevalente l’espressione della personale opinione del giornalista rispetto ad un determinato tema, anche se non mancano riferimenti all’attualità. L’articolo può assumere diverse forme:

   . editoriale (a firma dell’editore stesso o di un importante redattore, che esprime il parere ufficiale del giornale su un determinato argomento, saggisti famosi che forniscono un’interpretazione degli eventi soggettiva ma condivisa dal giornale)

   . articolo di fondo (scritto e firmato da giornalisti di prestigio, da personaggi del mondo della politica, della finanza, da scrittori)

   . articolo di spalla (che rafforza l’argomento trattato nell’articolo centrale o un altro importante tema d’attualità)

   . il corsivo (articolo di fondo breve che consiste in un commento breve polemico o satirico su una questione d’interesse dell’opinione pubblica)

   . la rubrica (spazio fisso pubblicato su un quotidiano a intervalli regolari affidato ad un opinionista autorevole)

Nell’articolo dopinione viene espresso in modo peculiare il collegamento ad una notizia d’attualità e viene utilizzato un linguaggio specificamente giornalistico

. articolo culturale e specialistico: sviluppa tematiche inerenti alle varie discipline (arte, letteratura, bioetica, informatica, etnografia) all’industria culturale (ricerche, dibattiti, convegni, spettacoli, meeting) o alle tendenze di costume (moda, salute, musica, viaggi)

In genere a questo tipo di articoli era dedicata la terza pagina dei quotidiani ma oggi sono pubblicati in pagine tematiche oppure in inserti. Un caso particolare è lo sport a cui sono dedicati specifici quotidiani.

. la recensione: ha per oggetto novità editoriali o eventi nel mondo dello spettacolo e della cultura, di cui fornisce una descrizione e informazioni fondamentali insieme a un giudizio critico

. lintervista: consiste nel resoconto di un dialogo tra il giornalista, che pone delle domande, e un’altra persona, lintervistato, che risponde. Le domande sono brevi e spesso precedute da un’introduzione, in cui il giornalista enuncia in sintesi l’argomento affrontato o il personaggio; il testo è arricchito da didascalie o commenti del giornalista. Nelle parti dialogate viene usato il discorso diretto, mentre nell’introduzione il discorso indiretto o una forma più espositiva. Il giornalista deve attenersi allimparzialità ma a volte può assumere un atteggiamento consenziente o polemico nei confronti dellintervistato

 

Struttura:l’articolo è costituito da:

. una successione di paragrafi piuttosto brevi scanditi dal rientro iniziale e ciascuno dei quali si presenta relativamente autonomo. Nei paragrafi è evidenziato il focus , cioè l’elemento su cui il giornalista focalizza la propria attenzione. Può essere anticipato nel lead o emerge a sorpresa nel seguito dell’articolo.  Attorno al focus ruotano gli altri paragrafi in cui sono inserite altre informazioni o note di dettaglio e approfondimento, descrizioni, dichiarazioni: la loro successione deve seguire un ordine logico (cronologico, descrittivo, di causa-effetto, di ipotesi-deduzione). Tra le informazioni contenute nei paragrafi elemento fondamentale è il  background , lo sfondo e/o i precedenti dell’evento. L’ultimo paragrafo svolge la funzione di conclusione

. il primo paragrafo, detto lead  (guida”) che contiene in sé le informazioni essenziali sviluppate nei paragrafi successivi e serve ad attirare l’attenzione del pubblico. Le informazioni sono identificate nelle 5 W”:

   . what, che cosa?”: rappresenta il fulcro della notizia

   . who chi?”: il / i protagoni8sti

   . where dove” l’evento s è verificato?

   . when quando” si è verificato il fatto?

   . why perché?”, cioè le possibili cause del fatto

A queste 5W” viene solitamente aggiunta anche

   .how come?”, cioè secondo quali modalità si è verificato il fatto

Esistono vari tipi di lead che variano in base al tipo di articolo, allo stile del giornalista, al pubblico a cui è indirizzato, al mezzo utilizzato. Il lead può essere ripreso o completato nel paragrafo successivo, soprattutto se la notizia non è stata esaurientemente trattata.

. titolo: riassume l’argomento fondamentale dell’articolo ed è costituito da un nome o da una piccola frase (nominale o verbale) che anticipa il contenuto cercando di attirare l’attenzione del lettore con figure retoriche, frasi ad effetto , neologismi, sigle

. occhiello (o sopratitolo): di corpo più piccolo rispetto al titolo; contiene uno o più elementi integrativi della notizia oggetto dell’articolo oppure un giudizio sul fatto

. sommario: sintesi dell’articolo in due o tre righe

. sottotitolo (o sommarietto): di corpo più piccolo rispetto al sommario sopra cui è collocato

. catenaccio: non molto utilizzato, è di corpo più grosso rispetto al’occhiello e al sottotitolo aggiunge in una o due righe unulteriore informazione

 

Linguaggio e stile: il linguaggio giornalistico presenta alcune peculiarità grammaticali lessicali stilistiche:

– sintassi:             stile nominale, prevalenza della coordinazione, fitto uso della p0iuntggiatura

– lessico e stile:    variano in base al registro linguistico adottato che può essere:

                             standard, lessico comune e comprensibile, stile piano, in genere usato  in tutti i tipi di articoli

                             – informale, più vicino al parlato, tipico degli articoli di cronaca

                             – formale, con un lessico colto e tecnico utilizzato in articoli dopinione, culturali, specialistici

                             – brillante, ispirato al linguaggio pubblicitario e caratterizzato da una notevole creatività artistica.

                               Le principali caratteristiche sono:

                                . figure retoriche (metafora, sineddoche, metonimia, similitudini, iperbole)

                                . immagini ed espressioni di forte impatto

                                 . espressioni stereotipate