Calendario aprile 2010

E bello vivere liberi!

 

Marta Cuscunà

 

 

 

Ispirato alla biografia di Ondina Peteani

Prima Staffetta Partigiana d’Italia

Deportata ad Auschwitz N. 81 672

VINCITORE PREMIO SCENARIO PER USTICA 2009

 

 

2 aprile 2010

Teatro della Tosse, Genova

www.teatrodellatosse.it 

 

 

10 aprile 2010

Teatro Filarmonico Comunale, Piove di Sacco (PD)

www.teatrofilarmonico.it

 

 

11 aprile 2010

Sala di Cultura, Serramazzoni (MO)

www.comune.serramazzoni.mo.it

 

 

14 aprile 2010

Teatro Oratorio Don Bosco, S. Donà di Piave (VE)

www.echidnacultura.it

 

 

16 aprile 2010

Cinema Teatro, Villafranca (MS)

www.toscanaspettacolo.com

 

 

17 aprile 2010

Teatro Cinema Moderno, Agliana (PT)

www.teatrocinemamoderno.it

 

 

20 aprile 2010

Teatro Remondini, Bassano del Grappa (VI)

www.teatroremondini.it

 

 

22 aprile 2010

Tracce di Teatro d’autore, Teatro Comunale Pieve di Cento (BO)

www.traccediteatrod’autore.it

 

 

23 aprile 2010

Cinema Teatro Italia, Soliera (MO)

www.artivivehabitat.it

 

 

24 aprile 2010

Antico Teatro Sociale Arrigoni, S.Vito al Tagliamento (PN)

www.ertfvg.it

 

 

25 aprile 2010

Teatro Asioli, Correggio (RE)

www.teatroasioli.it

 

 

27 aprile 2010

Cinema Teatro Rondinella, Sesto San Giovanni (MI)

www.cinemarondinella.it

 

 

28 aprile 2010

Centro Culturale, Dro (TN)

www.comunedro.it

 

 

30 aprile 2010

Turriaco (GO)

www.comune.turriaco.go.it

 

Ideazione, drammaturgia, regia e interpretazione Marta Cuscunà

Costruzione degli oggetti di scena Belinda De Vito

Tecnico luci e suoni Marco Rogante

Disegno luci Claudio Parrino

Coproduzione Operaestate festival Veneto

Cura e promozione Centrale Fies

 

Un progetto di teatro civile per un’attrice, 5 burattini e un pupazzo.

È bello vivere liberi! è uno spettacolo per liberare la Resistenza dal grigiume della retorica.

Per restituire all’idea di antifascismo la luce e l’entusiasmo che la accompagnarono anche nelle situazioni più difficili.

Per riappropriaci della gioia, delle risate, delle speranze dei partigiani che sono state soffocate dallo sterile nozionismo.

È uno spettacolo per riscoprire l’atmosfera vitale e vertiginosa di quel periodo della nostra storia in cui tutto sembrava possibile.

Per questo È bello vivere liberi! è dedicato a tutti quelli che  l’antifascismo l’hanno studiato solo sui libri di scuola, perché anche per loro la Resistenza diventi festa d’aprile!

 

Lo spettacolo si ispira all’omonima biografia scritta da Anna Di Gianantonio