Compito di italiano

La storia di Eugenio Montale

TIPOLOGIA A

Analisi di un testo

di Eugenio Montale

 

Leggi con attenzione questa poesia di Montale, intitolata “La storia” e poi rispondi alle domande:

I

  1. La storia non si snoda

  2. come una catena

  3. di anelli ininterrotta.

  4. In ogni caso

  5. molti anelli non tengono.

  6. La storia non contiene

  7. il prima e il dopo,[1]

  8. nulla che in lei borbotti

  9. a lento fuoco[2].

  10. La storia non è prodotta

  11. da chi la pensa[3] e neppure

  12. da chi la ignora[4]. La storia

  13. non si fa strada, si ostina[5],

  14. detesta il poco a poco, non procede[6]

  15. né recede, si sposta di binario

  16. e la sua direzione

  17. non è nell’orario.

  18. La storia non giustifica

  19. e non deplora[7],

  20. la storia non è intrinseca

  21. perché è fuori[8].

  22. La storia non somministra

  23. carezze o colpi di frusta[9].

  24. La storia non è magistra[10]

  25. Di niente che ci riguardi.

  26. Accorgersene non serve

  27. A farla più vera e più giusta

II

  1. La storia non è poi

  2. la devastante ruspa che si dice.

  3. Lascia sottopassaggi, cripte, buche

  4. e nascondigli. C’è chi sopravvive.

  5. La storia è anche benevola: distrugge

  6. quanto più può: se esagerasse[11], certo

  7. sarebbe meglio, ma la storia è a corto

  8. di notizie, non compie mai le sue vendette.

  9. La storia gratta il fondo

  10. come una rete a strascico

  11. con qualche strappo e più di un pesce sfugge.

  12. Qualche volta si incontra lectoplasma

  13. di uno scampato[12] e non sembra particolarmente felice.

  14. Ignora di essere fuori, nessuno glie n’ha parlato.

  15. Gli altri, nel sacco[13], si credono

  16. più liberi di lui.

note:

[1] come accade nella concezione cristiana

[2] immagine desunta da un linguaggio basso e familiare, che contrasta con l’altezza dell’argomento

[3] come credevano gli idealisti

[4] cioè dalle classi proletarie

[5] è imprevedibile

[6] come afferma chi crede in un progredire storico (vedi lo storicismo)

[7] non premia e non punisce

[8] versi di ambigua interpretazione, forse indicano che la storia è inspiegabile

[9] vedi la nota 7

[10] Montale nega la visione tradizionale della historia magistra vitae”, cioè di una storia che insegna a non commettere di nuovo gli errori del passato o che mostra modelli da seguire

[11] se distruggesse ancora di più

[12] il fantasma di un sopravvissuto

[13] prigionieri

 

1.                Comprensione complessiva:               

Riassumi il contenuto informativo di ciascuna delle due strofe

2.  Analisi e interpretazione del testo

2.1            Individua le assonanze e le rime presenti nella poesia

2.2            Individua le allitterazioni e le ripetizioni

2.3            Che rapporto c’è fra le definizioni in negativo e quelle in positivo della storia?

2.4            Quali collegamenti ti vengono in mente con altre liriche di Montale?

2.5            In quale raccolta montaliana è inserita questa lirica?

3.  Approfondimenti

Molti filosofi, letterati ed artisti in genere hanno riflettuto sul tema della storia. Individua le analogie e le differenze fra le loro concezioni di storia e quella di Montale.

Montale, infatti, lascia intravedere in questa poesia un giudizio implicito su alcune di esse.

Audio Lezioni su Eugenio Montale del prof. Gaudio

Ascolta “Eugenio Montale” su Spreaker.

Un pensiero su “Compito di italiano

I commenti sono chiusi.