Creatura di sabbia

di Tahar Ben Jelloun

Relazione di narrativa di Marianna Diterlizzi

Titolo

1) Questo romanzo si intitola La creatura di sabbia”.

Autore

2) L’autore di questo romanzo è Tahar ben Jelluon. Egli nacque in una città del Marocco nel 1945. Si trasferì poi a Parigi dove si dedicò alla stesura di romanzi di vari generi letterari e anche poesie. Fu un attore di notevole abilità, tanto che vinse anche alcuni premi, come quello Flaiano e quello Goncourt.

Riassunto

3) La vicenda è ambientata in Marocco, nel ventesimo secolo. I protagonisti sono i componenti di una famiglia, soprattutto il padre che, autoritario nei confronti della propria moglie come imponeva la società di quel tempo, attendeva impazientemente la nascita di un figlio maschio, dopo la nascita di ben sette figlie femmine; durante lottava gravidanza della moglie, l’uomo decide che il bambino, anche se nato femmina, sarebbe cresciuto da uomo. Come successo in precedenza nasce ancora una volta una bambina e, come deciso in precedenza, la creatura prende il nome del padre, cioè Mohamed Ahmed e trascorrerà la sua vita come un maschio, sposa perfino una delle sue cugine ma poi scappa.

Personaggi

4) La protagonista di questo romanzo è Mohamed Ahmed, ma ci sono anche molti altri personaggi secondari che rivestono un ruolo di alta importanza, come ad esempio il padre.

Spazio

5) La vicenda, che come già detto ha luogo in Marocco, principalmente in luoghi chiusi, cioè nella casa della ragazza. Le caratteristiche psicologiche non sono proiettate e amplificate nei luoghi descritti.

Tempo

6) I fatti narrati occupano un arco di parecchi anni compresi nel ventesimo secolo. Prevalgono i tempi lenti e l’azione non scorre sotto i nostri occhi con la stessa velocità con cui stiamo leggendo il testo. Non c’è una piena corrispondenza tra fabula e intreccio poiché sono presenti piccole anticipazioni. 

Stile

7) L’autore utilizza un linguaggio non particolarmente difficile, ma annette al testo molti vocaboli di origine araba, nonché della lingua del paese nel quale ha luogo la vicenda. 

Tecniche narrative

8) In questo romanzo si ha la presenza sia di discorsi diretti che indiretti, ma prevalgono certamente le riflessioni della protagonista che sono espresse attraverso numerosi monologhi interiori.

Narratore

9) Il narratore è onnisciente cioè è a conoscenza dei fatti narrati ed è esterno, cioè non è un personaggio della vicenda. 

Tematiche

10) Il testo è un esempio della condizione della donna nei paesi in via di sviluppo come, appunto, il Marocco. Il testo può risultare ancora attuale poiché le donne di alcuni paesi sono ancora sotto la medesima condizione, ma rappresenta la mentalità dell’epoca in cui è stato scritto poiché ora, anche se di poco, la situazione femminile è cambiata.

Commento

11) Questo libro mi è piaciuto solo in parte; è stato infatti interessante leggerlo poiché rispecchia la condizione femminile, il che aiuta molto a riflettere sui diritti delle donne, ma non mi sono piaciuti alcuni pezzi, poiché troppo “forti”, a mio parere.

Audio Lezioni sulla Letteratura del novecento del prof. Gaudio

Ascolta “Letteratura del novecento” su Spreaker.