Dai Numeri Alle Lettere

1) IL NUMERO DIVENTA LETTERA
Abbiamo già fatto il primo dei passi fondamentali del corso di algebra: il passaggio dai numeri assoluti ai numeri relativi. Ora ci apprestiamo a fare il secondo passaggio . dai numeri alle lettere.
L’uso delle lettere al posto dei numeri non è una novità.
ES:
Nelle proporzioni: a : b = c : d ( a + b ) : a = ( c + d ) : c
Nelle relazioni di proporzionalità: INVERSA : y = kx DIRETTA : y = k / x
Nelle formula di geometria: A = b x h
Nelle formule di fisica: v = s / t
Le operazioni coi numeri relativi espressi mediante lettere vengono indicate come quelle
espresse in cifre, con una piccola novità per il prodotto.
La novità sta nel fatto che tra due lettere non si usa mettere il segno < x >, non si mette nulla, lo stesso vale tra un numero e una lettera ( 5a ).
Le sequenze di operazioni su numeri del tutto o in parte espressi
da lettere prendono il nome di espressioni letterali.
Nella stessa espressione letterale, lettere uguali rappresentano numeri uguali.

2) CHE COSA ESPRIME UNESPRESSIONE LETTERALE ?
Unespressione letterale è il modello algebrico della soluzione di infiniti problemi diversi.

3) IL VALORE DI UNESPRESSIONE LETTERALE.
Per calcolarlo è necessario sostituire le lettere con lavori numerici ed eseguire i calcoli indicati.
Il valore dell’espressione letterale dipende dal valore che viene assegnato alle lettere.
Diremo che il valore