Dario Fo

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

Dario Fo

nasce nel 1926: A SANGIANO (VARESE)
MIO PADRE CAPOSTAZIONE E ATTORE AMATORIALE
MIA MADRE SCRITTRICE
MIO NONNO FRUTTIVENDOLO AFFABULATORE
1940: ACCADEMIA DI BRERA
PADRE E MADRE AL FIANCO DEI PARTIGIANI
1945: POLITECNICO DI MILANO (SCENOGRAFIA E DECORAZIONI TEATRALI)

LA MIA SCUOLA è IL PALCOSCENICO
INGORDO SPETTATORE AL TEATRO PICCOLO DI MILANO
RIVISTE SATIRICHE CON FRANCO PARENTI
CONOSCo LA mia INDIVISIBILE COMPAGNA, FRANCA RAME
1954: MATRIMONIO
1955: NASCE JACOPO
L’USO DELLA PANTOMIMA PER EVITARE DIALOGHI CENSURABILI
FONDAZIONE “COMPAGNIA DARIO FO-FRANCA RAME” (DIFFICOLTà A TROVARE TEATRI)

TRA COMMEDIE E TV
AMPIO SUCCESSO DI COMMEDIE CHE DENUNCIANO MALCOSTUME SOCIALE E POLITICO ITALIANO
PARTECIPAZIONI TELEVISIVE (MORTI BIANCHE, SCIOPERO, MAFIA,ORFANI DI GUERRA)
INTERROGAZIONI PARLAMENTARI, CENSURA, MINACCE DI MORTE
1962-1977: BANDITI DALLA RAI
1966: CI RAGIONO E CI CANTO (COMMISTIONE RITMO, MUSICA E TEMI POPOLARI)

Qualche titolo..
Non tutti i ladri vengono per nuocere (1958)
Gli arcangeli non giocano a flipper (1959)
Chi ruba un piede è fortunato in amore (1961)
Isabella, tre caravelle e un cacciaballe (1963)
La signora è da buttare (1967)
Grande pantomima con pupazzi grandi, piccoli e medi (1968)
L’operaio conosce 300 parole, il padrone 1000: per questo è lui il padrone (1969)
Mistero buffo (1969)
Morte accidentale di un anarchico (1970)
Tutti uniti! Tutti insieme! Ma scusa quello non è il padrone? (1971)
Il papa e la strega (1989)
Johan Padan a la descoverta de le Americhe (1991)
Il diavolo con le zinne (1997)
Lu Santo Jullare Françesco (1997)
L’anomalo Bicefalo (2003).
Sotto paga! Non si paga! (2007), rielaborazione in chiave contemporanea del testo “Non si paga, non si paga!” del 1974

GLI ANNI DELLA CONTESTAZIONE NELLE PIAZZE E SUL PALCO
1968: “COMPAGNIA NUOVA SCENA”
TEATRO DICHIARATAMENTE DI LOTTA, NELLE PIAZZE, NELLE FABBRICHE, nei palazzetti, nei cinema
1970: COLLETTIVO TEATRALE LA COMUNE (SINISTRA EXTRAPARLAMENTARE)
1973: arrestato per reato d’opinione
1977: MISTERO BUFFO
1982: FABULAZZO OSCENO
TOURNéES E PREMI
LAUREA HONORIS CAUSA DAlL’università la SORBONA E DAll’università LA SAPIENZA

Mistero buffo
dal 1969, 5000 repliche
non ne esiste un’unica versione
mistero= rappresentazione sacra
buffo= chiave grottesco-satirica
prologhi e monologhi (spesso in grammelot) su drammi religiosi (la strage degli innocenti, la resurrezione di lazzaro, maria alla croce, bonifacio viii, san benedetto, le nozze di cana)
non è un’opera blasfema, ma……

IL PREMIO NOBEL (1997)
NELLA TRADIZIONE DEI GIULLARI, HA DILEGGIATO IL POTERE E HA RESTITUITO DIGNITà AGLI OPPRESSI
HA RIELABORATO LA RIVISTA E IL VARIETà UNENDOLI AL LAZZO DELLA COMMEDIA DELL’ARTE E ALLA VELOCITà DEL CINEMA COMICO DI CHAPLIN
SENZA IGNORARE LA TRADIZIONE, HA SEMPRE MOSTRATO VIVA ATTENZIONE PER LA POLITICA E LA SOCIETà CONTEMPORANEA
ALTO E BASSO, COMICO E TRAGICO SI FONDONO
GRANDE CAPACITà DI ADATTAMENTO E DI IMPROVVISAZIONE
£ 1.650.000.000 in beneficenza

IL GRAMMELOT
LINGUA COMICA INVENTATA CHE UNISCE VARI LINGUAGGI, ONOMATOPEE, PAROLE PRIVE DI SIGNIFICATO
GRAMMELOT IN “FRANCESE”
GRAMMELOT IN “INGLESE”
GRAMMELOT IN ”lombardo”

Riassumendo:

  1. dal teatro dell’assurdo al teatro di lotta per offrire, dal basso, il punto di vista di un’umanità oppressa e vittima della secolare ingiustizia dei più forti
  2. la critica alla società
  3. il teatro per dar voce alla vitalità popolare
  4. il teatro come conoscenza alternativa alla cultura falsa e cristallizzata del potere
  5. la fiducia nella forza eversiva della risata

 

Letteratura italiana del novecento – presentazioni in power point

Biografia e appunti

Testi

Pubblicità
shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: