DIALETTOLOGIA: lingua e dialetto

LINGUA E DIALETTO

Una delle questioni più dibattute e non ancora sistemate è sui criteri per distinguere tra lingua e dialetto

date due varietà X e Y, come faccio a capire che esse sono due varietà della stessa lingua o due lingue diverse?

  1. Criterio di tipo diacronico = se la lingua parlata X deriva dalla stessa lingua da cui deriva Y
  2. Criterio della comprensione reciproca
  3. Criterio lessico-statistico = se X e Y condividono circa l’80% del lessico allora sono due varietà della stessa lingua
  4. Criterio statistico ma misurato su altri livelli linguistici come la morfologia…
  5. Presenza o meno di una letteratura

Questi criteri pero non danno sempre delle soluzioni univoche, ed è facile aggiungere altri criteri

Es: al presenza o meno di strumenti normativi (dizionario, grammatiche…)

Criteri di carattere sociolinguistico

  1. Sovraregionalità
  2. La varietà è parlata da ceti medio-alti
  3. La varietà è scritta e codificata in base ad un corpus riconosciuto di opere di riferimento

È sbagliato dire “l’italiano e i suoi dialetti” perché l’italiano standard è esso stesso un dialetto (il fiorentino) assurto a ruolo di lingua nazionale

i dialetti italiani sono varietà “sorelle” tutte derivanti dall’unica lingua madre che è il

l’italiano contemporaneo deriva dal toscano ma nella sua forma scritta, non nella sua forma parlata

La differenza tra lingua e dialetto non è una differenza di sistema i dialetti sono sistemi linguistici a tutti gli effetti

la differenza potrebbe essere nella mancata ricchezza lessicale

Dialettologia = studio scientifico dei dialetti

  • Dialettologia diacronica es: studio dell’evoluzione dal latino ad una determinata lingua romanza
  • Geografia linguistica produzione degli atlanti linguistici (il più famoso quello di Jules Gilliéron, 1902-1912)