DIOCLEZIANO

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

          Novembre del 284 d.C. Afro uccide l’imperatore Numeriano
          Diocle (= ufficiale romano) arresta Afro e lo uccide
          284 d.C. Diocle diventa imperatore e cambia il suo nome in Diocleziano
          305 d.C. Domiziano si ritira a Spalato dopo aver abdicato insieme a Massimiano
RIFORMA DELL’ESERCITO
          distingue tre tipi di forze armate » limitanei » contrastano gli attacchi esterni e assicurano la
                                                                                pace ai limes (stanziamento e coltivazione)
                                                          » comitanensi » contrastano gli attacchi interni al potere
                                                                                 » legioni snelle, superiori di abilità
                                                          » palatini » difendono i centri di potere per limitare il
                                                                             Ricambio di imperatori (Diocle si protegge)
          l’esercito diventa più adatto a fronteggiare le incursioni e le guerre civili
          viene ristabilito un ordine all’esercito, che ridiventa sottomesso all’imperatore
          aumento del numero dei soldati» 350.000 » 500.000 uomini
          arruolamento dei barbari » cercano una professione fissa e sostentamento permanente
          conseguenze » germani fermati ai confini e le rivolte locali si acquietano
                           » i persiani vengono sconfitti » 298 d.C. conquista della capitale Ctesifonte
                                                                           » costretti a sigillare una pace
                           » mondo romano e quello barbaro iniziano a mescolarsi
RIFORMA DELL’AMMINISTRAZIONE
          aumenta il numero delle province (da 47 a 85 » raddoppiamento) per controllo più stretto
          le province vengono raggruppate in 12 diocesi » 5 orientali
                                                                                 » 7 occidentali
          creazione di 4 prefetture » 2 orientali
                                              » 2 occidentali
          l’Italia viene considerata una provincia » pagamento delle tasse
          conseguenze » aumento dei funzionari da pagare perché raddoppiano i responsabili
                           » aumento dei costi che l’impero deve versare ai lavoratori
RIFORMA DELL’ECONOMIA
          introduzione di un bilancio annuale = differenza tra entrate e uscite all’anno
          indice un censimento per prendere coscienza delle ricchezze a Roma
          emanazione della iugatio et capitatio = unificazione della tassazione
      » in base allo iugum (= unità di misura del terreno) corrisponde un tot di lavoratori
      » divisione della quantità terrena per il numero dei lavoratori
      » tasse precedenti » fondiarie » colpiscono le rendite fondiarie (chiamate iugatio)
                                    » personali » colpiscono le persone fisiche (chiamate capitatio)
          creazione di tre nuove monetedi qualità » aureus
                                                                       » argentis
                                                                       » follis
          tentativo di riportare stabilità in campo monetario
          301 d.C. editto sui prezzi » lo stato fissa l’importo massimo per ogni bene in commercio
                                               » annullata la legge della contrattazione e della concorrenza
                                               » pena di morte per i trasgressori » mai successo a Roma
          Conseguenze » avvertenza di un irrigidimento a Roma
                            » nascita del mercato nero » accumulati e nascosti tutti i beni e rivenduti
                            » dopo tre anni Diocleziano ritira l’editto
RIFORMA SULLA MOBILITA’
          Divieto ai contadini e ai cittadini di muoversi dal luogo di origine
          Impone ai figli di ereditare il lavoro dei padri
          Conseguenze » eccessivo irrigidimento della società
RIFORMA POLITICA
          286 d.C. Diocleziano coopta Massimiano (= generale illirico) al governo come suo pari
          Instaurazione di una tetrarchia= potere di quattro
      » due augusti » Diocleziano » responsabile dell’oriente con capitale a Nicomedia
                            » Massimiano » responsabile dell’occidente con capitale a Milano
      » due cesari » Galerio » di Diocleziano con capitale a Tessalonica
                          » Costanzo Cloro » di Massimiano con capitale a Treviri
          Cesare = collaboratori subordinato che dopo vent’anni sarebbero succeduti agli augusti
          Cooptazione » successione al potere alternativo a quella dinastica e all’adozione
          Tentativo di rendere sicura la successione degli imperatori
RIFORMA SULLA RELIGIONE
          Ripresa dell’uso della proskùnesis(= adorazione in ginocchio del sovrano)
          Rinuncia al titolo di  princeps (= primo tra pari) e di imperator(= comandante supremo)
          Assunzione del titolo di dominus master (= nostro signore e padrone)
          Instaura così l’epoca del dominato
          Instaurazione di una gerarchia religiosa » Diocleziano » Giovio (= benedetto da Giove)
                                                                      » Massimiano » Ercul’io (= benedetto da Ercole)
          Riprende il paganesimo tradizionale
          Manicheismo » religione persiana fondata dal principe dei Mani (216-277 d.C.)
                            » distinzione tra luce (il bene) e le tenebre (il male)
                            » 297 d.C. Diocleziano inizia la sua persecuzione
          Cristianesimo » 297 d.C.obbligo ai soldati dell’esercito a sacrificare agli dei della tradizione
                             » espulsione di tutti i soldati cristiani
                             » 303-311 d.C. nuova persecuzione mossa da Galerio
                             » editti contro il cristianesimo » distruzione delle chiese e dei testi sacri
                                                                              » uccisione dei capi della chiesa
                                                                              » pena di morte a chi si rifiutava di sacrificare
Pubblicità
shares