DORIFORO – periodo classico

DORIFORO
ANALISI
    in greco “portatore di lancia” (anni centrali del V sec a.C.)
    è stato ricostruito dagli studiosi di Monaco
» è una copia romana come indicano il supporto e il busto
   ampio e massiccio (attenzione è sulla robustezza)
    caratteristiche della statua » atleta/eroe (forse Achille)
» posizione stante, peso sulla gamba destra
» gamba sinistra è scartata all’indietro
» braccio destro è libero e scende lungo il fianco
» il braccio sinistro avrebbe portato la lancia
» costruzione chiastica: tutti i movimenti si rispondono tra
   di loro (braccia, gambe; riposo, tensione)
» c’è un equilibrio matematico e naturale tra tutti i membri
» capo è lievemente reclinato verso destra
» figura è costruita su un asse di simmetria per addizione
» il volto è costruito come un solido geometrico
» capigliatura cesellata in ciocche aguzze
    la figura è costruita secondo la proporzione aurea
» altezza complessiva è otto volte l’altezza della testa
» tutte le sue parti costituiscono un insieme armonico
   studiato matematicamente e geometricamente
» c’è una precisa rispondenza delle forze nell’insieme,
   nelle singole parti e nelle masse (rapporto ritmico)
» è espressione massima della naturalezza dell’arte
   greca perché si raggiunge l’imitazione della natura fino
   alla perfezione (scopo fin dalle origini dell’arte greca)
» natura » ordine » simmetria » legge
    stabilità ed equilibrio sono caratteristiche fisiche e morali