Scaletta di una tesina su Eroe e Antieroe

ITALIANO

·        Centrale nel romanticismo la tematica dell’eroe, ribelle ed individuo d’eccezione, tematica che non è del tutto assente ne Le ultime lettere di Jacopo Ortis  di Ugo Foscolo. Ortis è infatti appassionato, incompreso, alfiere di una virtù di pochi che viene sommersa dal vizio dei più.

·        In un certo senso anche il superuomo dannunziano si può definire un eroe, in quanto emerge dalla massa ed è consapevole di una superiorità  che gli deriva dalla cultura e dall’aspetto (vedi Andrea Sperelli ne Il piacere e Cl’audio Cantelmo ne Le vergini delle rocce )

·        Totò Merùmeni di Guido Gozzano è l’antieroe, volutamente contrapposto al superuomo dannunziano. Egli predilige la provincia sonnolenta, la monotonia, la morte anonima, la rassicurante bruttezza slavata del quotidiano.

INGLESE

·        Leggi anzitutto I masnadieri di Schiller

·        Celebre eroe romantico è Aroldo nel Pellegrinaggio del giovane Aroldo di Byron, che anche nel Conrad, protagonista del racconto in versi Il corsaro delinea la figura di un uomo che lotta contro la società , pur essendo predestinato alla sconfitta, con indomabile energia interiore, ricerca della giustizia e del bene, passionalità  esasperata. Figura emblematica di eroe romantico, del resto, è lo stesso Byron (studia la sua biografia)

·        Nel dramma Salomè Wilde crea un antieroe rispetto a Dorian Gray. Jochanam è l’uomo morale che resiste alla tentazione della conturbante Salomè.

FRANCESE

     ·        Figura di eroe romantico nella letteratura francese è René di Chateaubriand, individuo inquieto e maledetto

Audio Lezioni sulla Letteratura del novecento del prof. Gaudio

Ascolta “Letteratura del novecento” su Spreaker.