Un’idea di Europa

Pubblicità

Sharing is caring!

Pubblicità

De Gasperi e l’idea di Europa

Per parlare di Europa correttamente bisognerebbe risalire alle sue origini. L’Europa è nata in quella fase così complessa, ma nello stesso tempo così feconda di sviluppi, che viene, dall’illuminismo in poi, definita impropriamente medievale. Dico impropriamente perché il medioevo, per quanto riguarda l’idea di Europa, non è in mezzo, ma è all’inizio. In questo periodo nasce quel mondo, che conserva alcune caratteristiche della civiltà romana, mescolate con alcuni caratteri cristiani e germanici. I romani godevano nel vedere ammazzarsi nelle arene i gladiatori, gli europei no. I romani condivano i cibi con una salsa di interiora di pesce, gli europei no. I romani consideravano gli schiavi un oggetto, gli europei generalmente, tranne le consuete eccezioni che confermano la regola, no. I valori comuni che hanno caratterizzato l’Europa nel medioevo sono la ragione, la tolleranza, l’eguaglianza e la fratellanza cristiana. Ed ecco che arriviamo ai giorni nostri, giorni in cui noi europei, dopo esserci quasi autodistrutti in due guerre assurde, abbiamo scoperto che, per migliorare il progresso e il benessere dei popoli, non conviene più farsi la guerra, ma conviene cooperare, unirsi, e chi prima sfrutta le possibilità di queste unioni, meglio si trova nel mercato globale. Certo, unirsi non deve voler dire annullare le diversità e le identità. Occorre trovare un certo equilibrio. Certo è che se l’Euro fosse stato adottato come moneta di scambio non nel 2002, ma qualche tempo prima, l’economia dei paesi europei ne avrebbe tratto vantaggi incalcolabili. Occorre però che le divisioni politiche cedano il passo al bene comune, agli interessi, non solo economici, ma anche sociali, che verrebbero da una reale integrazione. La strada è lunga, ma mi sembra che i padri della Unione Europea, tra cui non è da dimenticare l’italiano De Gasperi, abbiano tracciato la giusta direzione, nella continuazione di quei valori che avevano a suo tempo unito l’Europa e che possono farlo ancora oggi. Guai infatti se l’Europa perdesse l’identità con cui si è affacciata sulla storia!

Pubblicità

Un pensiero riguardo “Un’idea di Europa

I commenti sono chiusi

shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: