FARNABAZO E CONONE – versione di greco

Dunque per prima cosa Farnabazo e Conone, dopo che vinsero gli Spartani in una battaglia navale, navigando sia attorno alle isole sia verso e citta marittime, scacciarono gli atmosfera spartani e rassicurarono le citta che non avrebbero costruito acropoli e le avrebbero lasciate indipendenti. Coloro che ascoltarono queste promesse sia se ne rallegrarono, sia le approvarono sia inviarono di buon animo doni a Farnabazo. E infatti Conone spiegò a Farnabazo che facendo così tutte le cotta gli sarebbero state favolrevoli, d’altra parte che qualora fosse evidente che voleva renderle schiave, disse che ciascuna era sufficiente a procurare molte difficoltà e c’era pericolo che anche i greci si alleassero con loro, qualora capissero queste intenzioni. Allora Farnabazo ubbidì certamente a queste raccomandazioni. Poi dopo essere giunto ad Efeso disse a Conone di raggiungerlo a Sesto dopo aver radunato quaranta trireme, invece egli avrebbe marciato sulla terra per il suo dominio.