Gabbiani luminosi

 

Le donne fantasma di Mussolini

di Manola Aramini

GABBIANI  LUMINOSI  sottotitolo Le donne fantasma di Mussolini”

Gabbiani luminosi è una mescolanza di elementi di fantasia e di riferimenti storici, riguardanti il periodo fascista. E un viaggio nelle emozioni e nei sentimenti, di un periodo di cui ricordiamo solo la guerra e le vicende politiche.

La protagonista è lanziana Costanza, che decide di raccontare la sua vita alla nipote, per metterla a conoscenza dei segreti di famiglia. Non si tratta delle memorie di una donna qualunque, perché Costanza ha ricevuto, in eredità dalla madre, la capacità di sentire e vedere le anime dei fantasmi.

La sua vita è stata irrimediabilmente intrecciata a quella di Benito Mussolini, essendo la madre Ludovica, amica di Margherita Sarfatti, amante del Duce, e condividendo con lei gioie e delusioni. Il padre di Costanza, Edoardo, era un fervente fascista. Un uomo pieno di misteri, che non disdegnò il crimine e la violenza. Nel romanzo i personaggi si susseguono, parlando in prima persona, come se fossero su un palcoscenico teatrale. Il lettore si sente, così, parte della storia.