GLI ATTI LINGUISTICI – pragmatica

GLI ATTI LINGUISTICI (Pragmatica)

L’uso del linguaggio umano consiste nell’esecuzione di determinati atti

  1. La pronuncia di determinate parole e sintagmi → atti locutori/di enunciazione
  2. Il riferimento a determinate entità  e la predicazione di determinate proprietà  â†’ atto proposizionali
  3. Una constatazione/ordine/consiglio/preghiera/premessa/domanda…. → atti illocutori
  4. Il tentativo di produrre un determinato effetto sul nostro interlocutore → atti perlocutori

In ogni atto linguistico tutti questi atti sono compresenti

Solo l’atto proposizionale non si realizza sempre → esistono espressioni di senso compiuto che non sono predicative (es: Sam!, Ahi!)

Ci sono relazioni diverse tra questi tipi di atti

Es: uno stesso atto proposizionale può comparire in diversi atti illocutori → Questo disegno l’ha fatto Marco.

→ Questo disegno l’a fatto Marco?

NB: Non bisogna confondere i diversi tipi di atti illocutori con le diverse modalità  che può assumere una frase

     → una domanda non corrisponde necessariamente a una interrogativa, o una affermazione ad una dichiarativa, o un ordine ad una imperativa

 Mi passeresti l’olio?

Faresti bene a togliere le mani dalla mia ragazza

Vuole uscire signorina? (ad una ragazza che per esempio non è nella lista degli invitati ad una serata)

Tutte e tre esprimono in forma “soft” un ordine → atti linguistici indiretti: atto illocutorio non corrisponde a perlocutorio

Verbi performativo: quando oltre a parlare lo faccio