Gli enti locali


appunti scolastici di diritto pubblico di Elena

Gli enti locali

La costituzione prevede tre tipi di enti locali: le province, le città, e i comuni. Vi sono altri enti locali privi di fondamento costituzionale come:, comunità montante, consorzi tra enti locali e unioni dei comuni.

 

I comuni

Il comune è lente territoriale con la tradizione più antica. Essi rappresentano un insieme disomogeneo per tradizioni, cultura. I comuni non esercitano tutti le stesse funzioni perché le funzioni amministrative comunali dipendono in buona misura dalle scelte compiute in proposito da ciascuna regione.

 

La forma di governo

I comuni sono definiti dalla legge come enti locali che rappresentano le proprie comunità, ne curano gli interessi e ne promuovono lo sviluppo. La costituzione attribuisce ai comuni e agli enti locali una potestà statutaria e una potestà regolamentare le quali si esplicano soprattutto con riferimento all’organizzazione degli enti locali. I principali organi di governo del comune sono: il consiglio comunale, il sindaco e la giunta. I primo due sono eletti direttamente dai cittadini e fra i due organi deve intercorrere un rapporto di fiducia. Il consiglio comunale ha la funzione di indirizzo dell’attività della giunta. La giunta cura l’attuazione degli indirizzi generali del consiglio ed esercita compiti di proposta e di impulso rispetto alle funzioni svolte dal consiglio stesso. Il sindaco ha tre funzioni: rappresentanza politica e giuridica dell’ente, è responsabile ultimo dell’azione amministrativa del comune, è titolare di una serie di competenze quale ufficiale di governo.

 

Le funzioni del comune

Le principali funzioni proprie sono le seguenti: polizia municipale, pianificazione urbanistica, servizio pubblici locali quali trasporti, assistenza scolastica, disciplina del commercio, strade, acquedotti,fognature, controllo dell’igiene degli alimenti, gestione dei macelli, impianto e manutenzione dei cimiteri e della polizia mortuaria.

 

Le province

La provincia è u ente territoriale intermedio fra regione e comune e presenta caratteristiche strutturali del tutto simili. Ha carattere rappresentativo di una comunità locale formata dalla popolazione residente in un determinato territorio. È un ente autonomo la cui disciplina legislativa statale definisce l’organizzazione di governo e amministrativa della provincia in termini del tutto analoghi al comune.

 

La forma di governo

L’organizzazione di governo della provincia è composta dal consiglio provinciale, dalla giunta provinciale e dal presidente della giunta. Il consiglio e il presidente sono eletti dai cittadini ed il presidente nomina e revoca i membri della giunta. Al consiglio spettano le funzioni di indirizzo politico-amministrativo e di controllo e la deliberazione degli atti più importanti. La giunta è titolare della competenza residuale. Il presidente della giunta rappresenta lente nei rapporti con i terzi.

 

Le città metropolitane

La città metropolitana è un ente in grado di curare il complesso degli interessi degli abitanti di una certa ampia zona detta area metropolitana. L’organizzazione e le funzioni della città metropolitana sono fissate dallo statuto adottato dall’assemblea degli enti locali interessati.

 

Gli atri enti locali: comunità mondane, consorzi tra enti locali, unioni di comuni

Le comunità mondane sono definite come unioni di comuni, enti locali costituiti tra comuni montani e parzialmente montani. I consorzi tra enti possono essere costituiti da province e comuni per la gestione associata di uno o più servizi e per l’esercizio di funzioni. Le unioni di comuni sono enti locali costituiti da due o più comuni ci norma confinanti per esercitare congiuntamente una pluralità di funzioni di loro competenza.